Menu

Genitori al volante

27/09/2018 - Cosa succede quando si diventa genitori? Si cambia, anche in auto. E così gli spericolati diventano attenti, i rilassati prudenti. Con i figli a bordo si evitano distrazioni (41%), non si corre  (36%) e si rispetta il codice della Strada (27%). È quanto emerge da una ricerca di AutoScout24, che ha analizzato le abitudini degli italiani alla guida con i baby passeggeri a bordo (sotto i 12 anni) e come cambia il rapporto con l’auto dopo la nascita del primo figlio.

C’è di più. L’automobile per molti è ben più che un mezzo di trasporto: il 60% dei neo-genitori ha indicato il movimento della vettura come tecnica ideale per calmare i piccoli. 

La ricerca ha analizzato anche il rapporto genitore-figlio e il tempo trascorso in auto insieme: ben il 65% usa le quattro ruote per portare i piccoli all’asilo o a scuola, e sono prevalentemente i papà ad accompagnarli (54% contro il 16% delle mamme e il 6% dei nonni).

L’arrivo di un bimbo, infine, coincide spesso con la decisione di cambiare auto. Quasi il 40% ha dovuto sostituirla o comprarne una per le esigenze del nucleo allargato, passando il più delle volte (66%) alla Station Wagon o al Suv, considerati modelli per famiglie. Cosa deve avere l’auto ideale di mamma e papà? Un bagagliaio capiente (35%) e interni spaziosi (25%). Solo in terza posizione i sistemi di sicurezza innovativi (21%).

Vista la sensibilità dei neo-genitori perché non proporre in officina un check dell’auto in occasione dell’arrivo della cicogna?

 

In primo piano
Giovani talenti cercasi

16/02/2019 – Come ogni anno, anche per questo 2019 Bentley apre le porte ai giovani, dando il via alla campagna di apprendistato per ben cinquantuno posizioni che verranno attivate in autunno.

Leggi tutto
Codice della Strada, (forse) si cambia

14/02/2014 - In questi giorni si fa un gran parlare di biciclette contromano, velocità massima elevata a 150 chilometri orari sulle autostrade. E ancora, divieto di fumo alla guida. Attenzione, però: si tratta solo di proposte di legge di modifica al Codice della Strada,

Leggi tutto
Italia ultima nel recupero veicoli

9/02/2019 – Ebbene sì, siamo fanalino di coda anche sul fronte dei rottami. Secondo i numeri di Eurostat, aggiornati però al lontano 2016, il Bel Paese riciclerebbe in maniera ecocompatibile solo l’82,6 per cento delle parti che compongono un autoveicolo a fine vita.

Leggi tutto
Partenza in negativo

5/02/2019 - Il 2019 parte con il segno negativo per le auto in Italia. Stando ai dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le immatricolazioni a gennaio si sono fermate a quota 164.864 unità che indicano un calo del 7,6% rispetto a un anno fa.

Leggi tutto