Menu

Un affare da 504 milioni

26/09/2019 - Nel primo semestre dell’anno gli italiani per la revisione dei loro veicoli presso le officine private autorizzate hanno speso 504,4 milioni di euro, lo 0,3 per cento in più dello stesso periodo 2018. A rendere noto il dato è l’Osservatorio Autopromotec che ha elaborato i numeri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La crescita della spesa è da imputare essenzialmente all’aumento del numero degli autoveicoli chiamati al check obbligatorio: 7.541.416 contro i 7.519.745 del 2018. Non vi sono state infatti variazioni né per ciò che riguarda la tariffa fissata per le revisioni (ferma dal 2007 a 45 euro) né per gli oneri accessori (Iva, diritti per la Motorizzazione e bollettino postale).

Ricordiamo che la revisione oltre ad essere un controllo obbligatorio previsto dal Codice della Strada (la prima volta a quattro anni dalla prima immatricolazione e poi con cadenza biennale), è uno strumento fondamentale per garantire una manutenzione corretta del parco circolante e per tutelare la sicurezza stradale. Un aspetto da ricordare ai propri clienti.

 

In primo piano
Consumi di carburanti in calo

16/02/2020 – Sono 58 i miliardi di euro spesi in Italia nel 2019 da automobilisti e imprese per l’acquisto di carburanti per autotrazione.

Leggi tutto
Scattanti per il bonus

14/02/2014 - Trenta euro di bonus per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono ma solo per i più veloci. Lo Stato italiano, infatti, per questa operazione ha stanziato 15,1 milioni di euro per il 2019 e 5 milioni per il 2020, sufficienti a soddisfare 670 mila richieste,

Leggi tutto
Coronavirus colpisce anche l’auto

10/02/2020 – Senza sosta le cattive notizie in merito all’infezione da Coronavirus che sta affliggendo la Cina. Oltre che per gli esseri umani, questa epidemia si sta dimostrando dannosa anche per il mondo dell’industria, in particolare quella elettronica e automotive.

Leggi tutto
L’auto soffre

7/02/2020 – Inizio di anno in negativo per il mercato auto. Secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le immatricolazioni a Gennaio si sono fermate a quota 155.528 unità, il 5,9 per cento in meno rispetto allo stesso mese 2019 che già aveva dovuto fare i conti con una flessione di oltre il 7 per cento sull’anno prima.

Leggi tutto