Menu

Toyota richiama ancora

15/09/2019 – Sembra essere senza fine l’affaire Toyota-Takata. Sono trascorsi ormai alcuni anni dalla scoperta dei gravi problemi agli airbag prodotti appunto da Takata per numerose case automobilistiche del mondo e, nonostante sia fallito nell’estate del 2017, il fornitore nipponico continua a far parlare – nel male – di sé, probabilmente a causa di ricambi sempre difettosi utilizzati come rimpiazzo su veicoli già richiamati.

Tanto che per l’ennesima volta Toyota è costretta a ‘riportare seco’ alcuni suoi modelli. Per ora, dicono, commercializzati solo negli Stati Uniti e Giappone, ossia le Corolla prodotte tra il 2003 e il 2008, nonché le Matrix costruite nel periodo 2005-2008. In totale, 119mila veicoli che comunque erano già stati richiamati e sottoposti a sostituzione di alcuni componenti: insomma, dopo il danno la beffa.

Toyota tiene però a specificare che il richiamo attuale è relativo ad altri componenti difettosi, che comunque inficiano anch’essi il corretto funzionamento dell’airbag, stavolta del passeggero. Entro fine ottobre, la Casa di Tokyo notificherà ai proprietari dei veicoli coinvolti l‘invito a passare in officina. Per la terza volta.

In primo piano
A settembre l’autoriparazione flette

19/10/2019 – In leggero calo il livello per le attività delle officine di autoriparazione nel mese di settembre. Si evince dal ‘Barometro sul sentiment’ del settore assistenza auto, elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base delle inchieste mensili condotte su un campione rappresentativo delle officine italiane.

Leggi tutto
Le flotte scelgono il diesel

15/10/2019 - Non bastano gli eco-bonus a far decollare le vetture elettriche che trovano ancora pochissimo spazio anche nelle grandi flotte aziendali. A ostacolarne la diffusione sono la limitata autonomia, la rete infrastrutturale insufficiente e la scarsa conoscenza del prodotto.

Leggi tutto
Renault, Bolloré alla porta

13/10/2019 – A sorpresa, lo scorso 11 ottobre, l’ex Régie Renault – quella di auto e furgoni (i truck appartengono infatti a Volvo Group) - ha dato il benservito al proprio numero 1, il connazionale Thierry Bolloré, per la precisione Ceo di Renault SA e presidente di Renault s.a.s., nonché ex delfino del già silurato Carlos Ghosn.

Leggi tutto
Con IO, info a portata di mano

11/10/2019 - Si chiama ‘IO’,l’App dei servizi pubblici, sviluppata dal Governo, attraverso il Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vede coinvolta anche l’Automobile Club d’Italia.

Leggi tutto