Menu

Le flotte scelgono il diesel

15/10/2019 - Non bastano gli eco-bonus a far decollare le vetture elettriche che trovano ancora pochissimo spazio anche nelle grandi flotte aziendali. A ostacolarne la diffusione sono la limitata autonomia, la rete infrastrutturale insufficiente e la scarsa conoscenza del prodotto. Migliora, però, la percezione delle motorizzazioni elettriche nei fleet manager: 2 su 10 sono pronti ad ampliare la flotta in questa direzione nei prossimi 12 mesi. Sono i principali trend contenuti nella ricerca ‘Mobilità alla spina 2019: l’auto elettrica e ibrida nelle flotte aziendali”, promossa da Top Thousand, l’Osservatorio sulla mobilità aziendale composto da Fleet e Mobility Manager di grandi aziende.Una ricerca che ha coinvolto 100 aziende appartenenti a diversi settori per un totale di oltre 85.000 veicoli in flotta, il 90 per cento dei quali gestito in noleggio a lungo termine.

Nonostante le campagne di demonizzazione del gasolio, i fleet manager, continuano ad affidarsi al diesel: dal 2016 al 2019 si è registrato solo un lieve calo di questa motorizzazione, che ha mantenuto un’incidenza preponderante, pari all’87,3 per cento. I dati certificano anche la crescita di interesse per l’ibrido, passato in tre anni dallo 0,7 al 5,5 per cento grazei anche a una maggiore disponibilità di modelli, mentre l’elettrico resta una frontiera in via d’esplorazione (dallo 0,5 per cento del 2016 all’1,5 del 2019). Cresciute le motorizzazioni benzina che si fermano però a un 4,2 per cento. Quote in calo, infine, per metano e Gpl.

L’ibrido viene già oggi considerato un’alternativa concreta ai motori tradizionali: le Full-Hybrid convincono maggiormente rispetto alle Phev, perché non occorre ‘ricaricarle alla spina’, mentre scarso interesse riscuotono le Mild-Hybrid. L’interesse per questa tecnologia appare evidente anche analizzando le prospettive di acquisto per i prossimi 12 mesi: il 40 per cento del panel è convinto di aumentare il numero di questi veicoli  in flotta contro il 33 del 2018.

 

In primo piano
Mercato auto in sofferenza

4/06/2020 – Nonostante le concessionarie abbiano rialzato le serrande, a maggio il mercato dell’auto in Italia ha registrato un nuovo tonfo con un livello di immatricolazioni dimezzato rispetto allo stesso mese di un anno fa: secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ci si è fermati a 99.711 unità contro le 197.881 di maggio 2019.

Leggi tutto
Non aprite quella porta

31/05/2020 – La faccenda dell’accesso alla porta Obd dei veicoli si complica: altri costruttori di auto hanno introdotto o stanno per introdurre nuove limitazioni che in qualche maniera violano il diritto degli autoriparatori indipendenti di accedere in maniera non discriminatoria alla presa diagnosi, penalizzando quindi la loro attività.

Leggi tutto
In auto è meglio

27/05/2020 – Come previsto l’emergenza Coronavirus ha dato un nuovo forte impulso alla mobilità privata penalizzando il trasporto pubblico. Emerge da un’analisi dell’Osservatorio Autopromotec su fonte Isfort.

Leggi tutto
Nubi dense sulla Losanga

24/05/2020 – S’annunciano tempi duri per l’ex Régie Renault, da gennaio di quest’anno guidata dall’italiano Luca de Meo.

Leggi tutto