Menu

Coi robot, ricambi per sempre

6/10/2019 – Quello dei ricambi sta diventando un fronte sempre più caldo. Dopo l’annuncio, qualche anno fa, che Daimler avrebbe prodotto – ove possibile - alcuni particolari a bassa rotazione per mezzo di stampa 3D, arriva ora una nuova tecnologia della giapponese Nissan per ‘istruire’ i robot a produrre ricambi per auto dalla lamiera d’acciaio.

Una soluzione di produzione flessibile, con ‘lead time’ ridotti e relativamente a basso costo, che consentirebbe d’allungare pressoché all’infinito la disponibilità di autoricambi, anche per i modelli da tempo fuori produzione. La tecnica, denominata ‘stampaggio su due lati Dieless’, prevede che la lamiera venga gradualmente sagomata da due robot sincronizzati che lavorano sui due lati utilizzando utensili diamantati, così da ridurre l’attrito ed eliminare la necessità di lubrificazione.

Fino a oggi, la tecnologia Dieless era ritenuta troppo ardua, a causa della difficoltà nel programmare due robot per il funzionamento sincronizzato e garantire al tempo stesso una qualità costante, perché le tecniche sfruttavano lo stampaggio su un singolo lato, un limite alla realizzazione di forme complesse. Posizionando invece i robot e gli utensili sui due lati della lamiera, questi riescono a creare forme più sofisticate e dettagliate.

In primo piano
Consumi di carburanti in calo

16/02/2020 – Sono 58 i miliardi di euro spesi in Italia nel 2019 da automobilisti e imprese per l’acquisto di carburanti per autotrazione.

Leggi tutto
Scattanti per il bonus

14/02/2014 - Trenta euro di bonus per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono ma solo per i più veloci. Lo Stato italiano, infatti, per questa operazione ha stanziato 15,1 milioni di euro per il 2019 e 5 milioni per il 2020, sufficienti a soddisfare 670 mila richieste,

Leggi tutto
Coronavirus colpisce anche l’auto

10/02/2020 – Senza sosta le cattive notizie in merito all’infezione da Coronavirus che sta affliggendo la Cina. Oltre che per gli esseri umani, questa epidemia si sta dimostrando dannosa anche per il mondo dell’industria, in particolare quella elettronica e automotive.

Leggi tutto
L’auto soffre

7/02/2020 – Inizio di anno in negativo per il mercato auto. Secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le immatricolazioni a Gennaio si sono fermate a quota 155.528 unità, il 5,9 per cento in meno rispetto allo stesso mese 2019 che già aveva dovuto fare i conti con una flessione di oltre il 7 per cento sull’anno prima.

Leggi tutto