Menu

VW, trentamila a casa

18/11/2016 – Il Dieselgate presenta il conto. E, come spesso accade, a farne le spese sono le fasce più deboli tra i lavoratori. Sì perché lo scandalo di cui sopra lascerà a casa ben 30 mila dipendenti del gruppo teutonico, 23 mila dei quali nella sola Germania e i restanti sparsi per il globo (Usa, Brasile e Argentina in primis): questo da qui al 2025. In un comunicato, Volkswagen si affretta comunque a specificare che tale riduzione sarà frutto solo di prepensionamenti, part-time e blocco del turnover.

Battezzato ‘Piano futuro’, è – secondo il numero uno di Vw Herbert Diess – “un grande passo in avanti, senza dubbio uno dei maggiori nella storia del Gruppo”. Concordato coi sindacati tedeschi, punta a ridurre di 3,7 miliardi di euro nel prossimo triennio i costi di gestione del colosso automotive, che però ne investirebbe 3,5 per la ristrutturazione dei siti industriali in patria e in ottica auto elettrica, connettività e digitalizzazione.

Settori dove Volkswagen AG arriva solo ora.

In primo piano
Bonus-Malus emissioni: è caos

9/12/2018 – Poche idee ma confuse. Questo è il sunto delle ultime decisioni governative nazionali in tema di tasse automobilistiche, già tra le più alte d’Europa.

Leggi tutto
Mercato auto ancora giù

6/12/2018 - Flette anche a novembre il mercato dell’auto in Italia. Le immatricolazioni si sono fermate a 146.991 unità facendo registrare un meno 6,3% su novembre 2017. Nei primi 11 mesi dell’anno si è arrivati a quota 1.785.722, meno 3,5% su gennaio-novembre di un anno fa.

Leggi tutto
Il Gruppo Psa fa cassa

2/12/2018 - Toyota e Psa hanno annunciato il prossimo passo della loro partnership nel mercato europeo, iniziata nel 2012 con la generazione precedente del furgone ProAce, prodotto in Francia alla Sevel Nord.

Leggi tutto
La fattura diventa elettronica

26/11/2018 – Partito il countdown per la fatturazione elettronica che diverrà obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2019 come da Legge di Bilancio 2018. Una misura attraverso la quale Agenzia delle Entrate e Governo puntano da una parte a ridurre l’evasione, dall’altra a semplificare la macchina fiscale con una riduzione degli adempimenti.

Leggi tutto