Menu

Visto si stampi

2/09/2017 – Addio a magazzini giganteschi zeppi di ricambi polverosi. Il futuro, anzi, il presente dei pezzi di ricambio per autoveicoli è la stampa 3D. Anche di quelli in metallo ovviamente.

A lanciare sul mercato il primo pezzo metallico – nel caso in alluminio - realizzato su ordinazione, con apposite stampanti 3D collegate al computer, è il settore veicoli industriali di Mercedes-Benz: si tratta di una copertura del termostato per i modelli di mezzi pesanti e Unimog ormai fuori produzione.

Nella divisione Customer Services & Parts di Mercedes-Benz Trucks, la stampa 3D automotive è stata introdotta con grande successo un anno fa. Da allora, i ricercatori e i pre-sviluppatori del gruppo Daimler hanno lavorato per migliorare l’impiego della moderna stampa 3D nell’ambito dei ricambi in materiale sintetico e per ampliarla a quelli metallici richiesti raramente, pertanto tenuti malvolentieri in stock.

La stampa metallica in 3D si distingue per l’eccellente resistenza sia ai carichi di lavoro sia al calore e i pezzi possono essere prodotti con qualsiasi geometria nonché quantità, con la semplice ‘pressione di un pulsante’. I ricambi stampati in 3D hanno una densità pari pressoché al 100 per cento e una purezza maggiore rispetto ai componenti convenzionali in alluminio stampati a iniezione. Diversamente da quanto avviene per i materiali sintetici, dove si privilegia la sinterizzazione laser selettiva, per la stampa 3D dei pezzi metallici viene utilizzato il metodo della fusione laser selettiva. Ottima per realizzare elementi in metallo del motore e nei gruppi di raffreddamento o elementi destinati a cambi, assali e autotelai. Una metodologia che evita anche elevati costi di sviluppo e/o l’acquisto di attrezzi speciali.

In primo piano
Il linguaggio delle luci

20/09/2017 - Quante volte alla guida avete incrociato lo sguardo di un pedone o un altro automobilista per comprenderne le intenzioni? Quando non ci saranno più i driver e le scelte saranno affidate a un computer cosa accadrà? Ford Motor Company sta collaborando con il Virginia Tech Transportation Institute per fornire una risposta.

Leggi tutto
Obiettivo 2022

17/09/2017 – Annunciato quarantott’ore fa il nuovo piano di accordi tra Renault, Nissan e Mitsubishi Motors. Si chiama Alleanza 2022 e promette – nei prossimi sei anni – di generare un fatturato consolidato pari a duecentoquaranta miliardi di dollari americani, grazie alla vendita di ben quattordici milioni di veicoli nel mondo.

Leggi tutto
Incentivi per la rivoluzione elettrica

14/09/2017 - Si è parlato e parecchio di vetture elettriche nella giornata di apertura di Citytech, l’evento milanese dedicato alle innovazioni nella mobilità e nell’urbanistica che vede la presenza di oltre 800 visitatori tra relatori, esperti e delegati internazionali.

Leggi tutto
Il nuovo sale

9/09/2017 – Agosto da record per il mercato italiano dell’automobile. Sono state infatti immatricolate 83.363 autovetture, con una crescita del 15,8 per cento sullo stesso periodo dello scorso anno.

Leggi tutto