Menu

Visto si stampi

2/09/2017 – Addio a magazzini giganteschi zeppi di ricambi polverosi. Il futuro, anzi, il presente dei pezzi di ricambio per autoveicoli è la stampa 3D. Anche di quelli in metallo ovviamente.

A lanciare sul mercato il primo pezzo metallico – nel caso in alluminio - realizzato su ordinazione, con apposite stampanti 3D collegate al computer, è il settore veicoli industriali di Mercedes-Benz: si tratta di una copertura del termostato per i modelli di mezzi pesanti e Unimog ormai fuori produzione.

Nella divisione Customer Services & Parts di Mercedes-Benz Trucks, la stampa 3D automotive è stata introdotta con grande successo un anno fa. Da allora, i ricercatori e i pre-sviluppatori del gruppo Daimler hanno lavorato per migliorare l’impiego della moderna stampa 3D nell’ambito dei ricambi in materiale sintetico e per ampliarla a quelli metallici richiesti raramente, pertanto tenuti malvolentieri in stock.

La stampa metallica in 3D si distingue per l’eccellente resistenza sia ai carichi di lavoro sia al calore e i pezzi possono essere prodotti con qualsiasi geometria nonché quantità, con la semplice ‘pressione di un pulsante’. I ricambi stampati in 3D hanno una densità pari pressoché al 100 per cento e una purezza maggiore rispetto ai componenti convenzionali in alluminio stampati a iniezione. Diversamente da quanto avviene per i materiali sintetici, dove si privilegia la sinterizzazione laser selettiva, per la stampa 3D dei pezzi metallici viene utilizzato il metodo della fusione laser selettiva. Ottima per realizzare elementi in metallo del motore e nei gruppi di raffreddamento o elementi destinati a cambi, assali e autotelai. Una metodologia che evita anche elevati costi di sviluppo e/o l’acquisto di attrezzi speciali.

In primo piano
Appuntamento con l’usato

17/01/2018 - Usato protagonista nella capitale. Dall’8 all’11 marzo nella Fiera di Roma va in scena VO, Veicolo d’Occasione, prima edizione italiana di uno dei saloni di maggior successo spagnoli, nato nel 1997.

Leggi tutto
Scenari da guida autonoma

14/01/2018 – Più che l’auto elettrica di per sé, potrebbe essere la guida autonoma a mutare in maniera marcata gli scenari del comparto automotive, autoriparazione compresa.

Leggi tutto
Mercato a quota 1,9 milioni

8/01/2018 - Oltre 1,9 milioni di autovetture sono state immatricolate in Italia nel 2017, il 7,9 per cento in più dell’anno precedente come da stime di Anfia e Unrae. “Nell’anno da poco concluso – ha commentato Aurelio Nervo, Presidente di Anfia - è proseguito il trend di graduale crescita avviato nel 2014 dopo sei anni consecutivi in flessione e i volumi

Leggi tutto
Toyota dice addio al diesel

7/01/2018 - A partire dal primo giorno del 2018, Toyota ha eliminato dal proprio listino autovetture tutte le motorizzazioni diesel.

Leggi tutto