Menu

Tre su quattro al lavoro in auto

26/09/2016 - In Italia al lavoro si va soprattutto con l’auto. Secondo un’elaborazione di Federpneus (Associazione Nazionale Rivenditori Specialisti di Pneumatici) basata su dati Istat, ogni giorno 15,6 milioni di persone utilizzano la vettura come conducenti o passeggeri per raggiungere il proprio luogo di lavoro. Un numero tre volte superiore rispetto a quello di coloro che, invece, utilizzano abitualmente mezzi di trasporto alternativi (treno, metropolitana, tram, autobus, corriere, navette aziendali, motocicletta, bicicletta), 4,5 milioni in tutto.

Il traffico e i costi del carburante non impediscono, quindi, agli abitanti della Penisola di continuare a preferire la quattro ruote per i loro spostamenti e non solo in quelle città dove i trasporti pubblici risultano particolarmente carenti.

Più veicoli per le strade però si traduce anche in maggiore inquinamento. Cosa fare allora? Sensibilizzate anche i vostri clienti sull’importanza di sottoporre la vettura a controlli regolari per verificarne il corretto funzionamento di tutte le sue parti. La manutenzione è la migliore alleata sia dell’ambiente, sia della sicurezza.

In primo piano
Bonus-Malus emissioni: è caos

9/12/2018 – Poche idee ma confuse. Questo è il sunto delle ultime decisioni governative nazionali in tema di tasse automobilistiche, già tra le più alte d’Europa.

Leggi tutto
Mercato auto ancora giù

6/12/2018 - Flette anche a novembre il mercato dell’auto in Italia. Le immatricolazioni si sono fermate a 146.991 unità facendo registrare un meno 6,3% su novembre 2017. Nei primi 11 mesi dell’anno si è arrivati a quota 1.785.722, meno 3,5% su gennaio-novembre di un anno fa.

Leggi tutto
Il Gruppo Psa fa cassa

2/12/2018 - Toyota e Psa hanno annunciato il prossimo passo della loro partnership nel mercato europeo, iniziata nel 2012 con la generazione precedente del furgone ProAce, prodotto in Francia alla Sevel Nord.

Leggi tutto
La fattura diventa elettronica

26/11/2018 – Partito il countdown per la fatturazione elettronica che diverrà obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2019 come da Legge di Bilancio 2018. Una misura attraverso la quale Agenzia delle Entrate e Governo puntano da una parte a ridurre l’evasione, dall’altra a semplificare la macchina fiscale con una riduzione degli adempimenti.

Leggi tutto