Menu

Scatola nera per tutti

4/08/2016 - È stato approvato in commissione Industria al Senato l’emandamento al disegno di legge Concorrenza che prevede la graduale introduzione della scatola nera obbligatoria su tutti i veicoli, pubblici e privati. La palla ora passa al Governo che ha un anno di tempo per imporre l’installazione di questi dispositivi elettronici attraverso un decreto legislativo. Ora bisognerà lavorare sulla privacy che come hanno ammesso anche da Palazzo Madama dovrà essere garantita e tutelata, “mantenendo in capo ai cittadini la scelta di comunicare i dati sensibili per i servizi opzionali”.

Nell’emeandamento si parla anche di sconti, che diventano obbligatori qualora l’automobilista decida da subito di dotarsi di black box. Sarà l’Ivass a definire i parametri oggettivi, tra cui la frequenza dei sinistri e il relativo costo medio, per il calcolo dello sconto aggiuntivo. Tutto dovrà essere contenuto in un regolamento da emanarsi entro 90 giorni dall'entrata in vigore del ddl Concorrenza. Nessun dubbio anche su chi dovrà sostenere i costi per l’installazione delle scatole nere, il loro funzionamento, nonché per l’abbonamento annuale: sarà tutto a carico delle compagnie assicuratrici.

Stando ai dati recentemente pubblicati dalla Vigilanza assicurativa la scatola nera sarebbe già presente nel 15,6 per cento dei contratti stipulati nel primo trimestre dell’anno. Le aree dove è più diffusa sono quelle dove l’Rc auto ha costi particolarmente elevati: Caserta, Napoli, Catania, Reggio Calabria e Salerno. Lo sconto mediamente oggi è del 15 per cento.

Un altro passo avanti per le compagnie assicuratrici?

 

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto