Menu

Quasi tre miliardi in revisioni

12/03/2017 – Piccolo calo nella spesa per le revisioni dei veicoli lo scorso anno. Il 2016 s’è chiuso infatti con 2,86 miliardi di euro sborsati, ossia l’1 per cento in meno del 2015, anno in cui le vetture chiamate alla revisione ministeriale obbligatoria furono 14.371.111, contro le 13.949.808 dell’anno chiusosi recentemente.

È quanto emerge da un’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec su dati Istat e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, da cui si evince come il calo di spesa per le revisioni sia da imputare essenzialmente alla diminuzione degli autoveicoli chiamati all’appello.

Esplicitando i dati emerge poi che, di questi 2,86 miliardi, 932,9 milioni di euro sono stati sborsati per la pura revisione, i cui oneri accessori sono aumentati nel 2016. Mentre i restanti 1.934,5 milioni siano stati spesi per tutte le operazioni di manutenzione e/o riparazione necessarie a mettere i veicoli in grado di superare i controlli, la cosiddetta pre-revisione. Per la quale però gli automobilisti hanno deciso di spendere lo 0,9 per cento in meno.

In primo piano
Bmw richiama i diesel e non solo

17/06/2018 – Dovrebbero essere 11.700 le auto diesel interessate al recente richiamo indetto da Bmw.

Leggi tutto
Riflettori sul domani

12/11/2018 - Domani 13 giugno all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, si alza il sipario su Autopromotec Conference - Stati Generali 2018, una due giorni dedicata all'aftermarket automobilistico.

Leggi tutto
Richiamo per il Vito Mercedes-Benz

10/06/2018 – La Kba, l’Autorità Federale tedesca per i Trasporti, ha notificato ufficialmente a Daimler l’obbligo di effettuare un richiamo di tutti i modelli del suo commerciale Vito equipaggiati col motore diesel Euro 6 da 1,6 litri, quello fabbricato da Renault per intenderci.

Leggi tutto
Con i pneus si fa strada

5/06/2018 - Un bel business quello dei pneumatici in Italia. Secondo uno studio della GfK, società di ricerca, nel 2017 il settore dei gommisti specialisti nella Penisola ha generato un valore di quasi 2 miliardi di euro, in crescita del 3,6 per cento rispetto all’anno precedente.

Leggi tutto