Menu

Psa e Opel, pronti alle nozze

15/02/2017 - Giunta a sorpresa la notizia, da parte di Bloomberg, che il Gruppo Psa sarebbe interessato ad acquisire il ramo europeo della General Motors che comprende i marchi Opel e Vauxhall. La conferma è arrivata proprio oggi dal Gruppo francese che ha però sottolineato che non vi è alcuna garanzia circa il raggiungimento di un accordo tra le parti.

I due colossi dell’auto collaborano già dal 2012. Insieme hanno avviato tre progetti in Europa (la nuova Opel Zafira che sarà fabbricata in Francia da Psa, il successore della Citroen C3 Picasso prodotto negli stabilimenti spagnoli di Opel e un’utilitaria) sfruttando le sinergie per migliorare la redditività e l'efficienza industriale. L’acquisizione offrirebbe nuove possibilità di espansione e di cooperazione tra i marchi.

Preoccupato il governo tedesco che teme una perdita di posti di lavoro in Germania a favore di un’organizzazione più franco-centrica.

Se l’operazione dovesse concludersi Psa diventerebbe il secondo gruppo automobilistico europeo, dopo Volkswagen.

In primo piano
Bmw richiama i diesel e non solo

17/06/2018 – Dovrebbero essere 11.700 le auto diesel interessate al recente richiamo indetto da Bmw.

Leggi tutto
Riflettori sul domani

12/11/2018 - Domani 13 giugno all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, si alza il sipario su Autopromotec Conference - Stati Generali 2018, una due giorni dedicata all'aftermarket automobilistico.

Leggi tutto
Richiamo per il Vito Mercedes-Benz

10/06/2018 – La Kba, l’Autorità Federale tedesca per i Trasporti, ha notificato ufficialmente a Daimler l’obbligo di effettuare un richiamo di tutti i modelli del suo commerciale Vito equipaggiati col motore diesel Euro 6 da 1,6 litri, quello fabbricato da Renault per intenderci.

Leggi tutto
Con i pneus si fa strada

5/06/2018 - Un bel business quello dei pneumatici in Italia. Secondo uno studio della GfK, società di ricerca, nel 2017 il settore dei gommisti specialisti nella Penisola ha generato un valore di quasi 2 miliardi di euro, in crescita del 3,6 per cento rispetto all’anno precedente.

Leggi tutto