Menu

Parigi, guerra ai ferri vecchi

4/06/2016 – Segnate in calendario. Dal prossimo 1° luglio, tutte le autovetture – benzina o diesel – immatricolate prima del 1997 non potranno più circolare su tutto il territorio parigino. Questo nei giorni feriali, dalle 8 del mattino alle 20. È quanto ha stabilito l’inflessibile sindachessa anti-smog Anne Hidalgo (quella nemica dei veicoli a gasolio), che ha pure fissato nel gennaio 2020 la data entro la quale nessuno veicolo più vecchio di nove anni potrà più entrare nella capitale francese.

Una sorta di editto che punta soprattutto a ridurre l’inquinamento nella ‘ville lumière’, dove questo è una vera e propria piaga. C’è però che sostiene che scopo della nuova limitazione al traffico sia invece di favorire le lobby della trazione elettrica, gruppo Bolloré in testa (suo anche il servizio di car sharing elettrico Autolib’), molto vicino al Governo attuale.

De facto, le normative d’imminente introduzione finiranno progressivamente per lasciare fuori dalla città circa un terzo delle auto immatricolate sul suolo transalpino. Le norme penalizzerebbero i possessori di auto più vecchie, spesso nelle mani di persone anziane o delle classi meno agiate, categorie che un governo di centro-sinistra come quello attuale francese dovrebbe – teoricamente - tutelare maggiormente.

Ad artigiani e commercianti, il governo della città promette incentivi fino a 9 mila euro per passare a un mezzo non inquinante di nuova generazione. Mentre i privati che decideranno di rottamare un’auto particolarmente inquinante riceveranno in cambio… un abbonamento ai mezzi pubblici.

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto