Menu

Officine 4.0

13/06/2016 - Un successo la prima edizione di Autopromotec Conference - Stati Generali 2016. Un appuntamento che ha visto la presenza di 350 aziende e di un parterre di relatori qualificati di fama internazionale. Sotto i riflettori la connettività e ‘l’Internet of Things’ che sta rivoluzionando il mondo dell’auto e l’industria europea dei fornitori.

“Per tutti gli attori del mondo dell’auto, del ricambio e dell’intera filiera, - ha sottolineato Renzo Servadei, amministratore delegato di Autopromotec - l’evento è stato lo spunto per avere una visione dello scenario globale, è stato il momento per fare un’analisi e per confrontarsi sugli obiettivi e sulle cose sulle quali investire nel futuro per lo sviluppo della competitività delle imprese. Investiremo ancora in eventi come questo perché pensiamo che sia necessario dare effettiva visibilità a questi temi. In Italia abbiamo la manifattura e aziende innovative, noi vogliamo investire nel fare rete e abbiamo tutte le carte in regola per continuare su questo percorso.”

Protagonisti della prima giornata sono stati Carlo Ratti e Dipak R. Pant. Ratti, direttore del MIT Senseable City Lab al Massachusetts Institute of Technology di Boston, si è soffermato sulle nuove tecnologie che cambieranno la mobilità urbana evidenziando l’importanza della sostenibilità nelle città, portando alcuni esempi come gli intelligent green light e il self driving, fino al car sharing e ride sharing che non sono solo nuovi business ma strumenti per avere in futuro città vivibili.Visione differente quella di Pant, Head-Interdisciplinary Unit for Sustainable Economy Carlo Cattaneo University, secondo il quale la domanda di mobilità non diminuisce ma cambia; i luoghi diventano competitivi; la ‘camminabilità’, la mobilità non-motorizzata e la mobilità motorizzata pubblica diventeranno sempre più importanti per le comunità, per le istituzioni, per l’urbanistica e per le infrastrutture del trasporto.

Il secondo giorno, invece, a catalizzare l’attenzione della platea è stato Angie Cucco, Automotive Industry Google US, che ha incentrato il suo intervento sul futuro dell’auto che mette sempre più al centro il consumatore e il suo link con il mondo digitale. Il prossimo appuntamento con il mondo dell’aftermarket è ad Autopromotec, in scena dal 24 al 28 maggio 2017 presso i padiglioni della Fiera di Bologna.

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto