Menu

Occhio ai limiti

25/07/2016 - Gli articoli 157 e 158 del Codice della Strada, quelli che regolamentano arresto, fermata e sosta fuori e all’interno dei centri abitati, sembrano sconosciuti a parecchi italiani. Nel 2015 sono state elevate oltre 3,240 milioni di sanzioni per queste infrazioni, oltre 3,2 milioni dalla Polizia Locale. Lo rivela il Rapporto Aci/Istat appena pubblicato. A costare caro agli abitanti della Penisola è anche il superamento dei limiti di velocità con complessive 2,555 milioni di infrazioni, il mancato possesso dei documenti di circolazione e il mancato uso di dispositivi di sicurezza (cinture, casco e sistemi di ritenuta per bambini), di lenti o l’uso improprio di telefoni cellulari o cuffie. Per la Guida in stato di ebbrezza alcolica e la Guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti Polizia Stradale, Carabinieri e Polizie Locali dei Comuni capoluogo hanno contestato complessivamente nel 2015 rispettivamente 42.857 e 4.518 violazioni. Decisamente troppe.

Secondo i dati provvisori nell’ultimo anno sulle strade italiane si sono verificati 173.892 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato 3.419 vittime e 246.050 feriti.

In primo piano
Sulle orme dei grandi

17/02/2018 – Una ‘singolar tenzone’ all’ultimo bullone. È questo ciò che attende i concorrenti dello Scania Top Team Mini, sfida locale che s’ispira alla nota competizione internazionale per meccanici del Grifone e che si terrà martedì 20 febbraio nella sede italiana della Casa svedese.

Leggi tutto
Costi per l’assistenza in crescita

14/02/2018 - Nel 2017 i prezzi pagati per l’assistenza degli autoveicoli in Italia sono aumentati mediamente dell’1,0 per cento rispetto al 2016. La notizia è stata diffusa dall’Osservatorio Autopromotec che ha analizzato le rilevazioni mensili dell’Istat sui prezzi al consumo.

Leggi tutto
Bentley cerca nuove leve

10/02/2018 – Al via anche quest’anno la campagna Bentley (gruppo Volkswagen) per l’assunzione di nuovi giovani talenti in tutto il mondo.

Leggi tutto
Obiettivo centrato con tre anni di anticipo

5/02/2017 - I veicoli elettrici non decollano in Italia ma in altre parti del mondo le cose sembrano andare decisamente meglio tanto che un costruttore come Toyota che ha puntato sulle zero emission, ha raggiunto il suo target 2020 con ben tre anni di anticipo.

Leggi tutto