Menu

Occhi puntati sul renting

31/05/2016 – Noleggio e car sharing: due settori strategici per il futuro dell’automotive e… degli autoriparatori. A rivelarlo è Aniasa, l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria che proprio oggi nel corso dell’Assemblea Pubblica ha presentato la 15° edizione del Rapporto sullo stato di salute del comparto.

Il settore del noleggio veicoli sembra aver superato la crisi con un aumento del fatturato nel 2015 del 5,7 per cento rispetto all’anno precedente, fino a 5,4 miliardi di euro. La flotta a nolo ha toccato quota 730mila veicoli e le immatricolazioni sono in rialzo del 18 per cento (dalle 270.366 del 2014 alle 317.119 del 2015). E i dati relativi al primo quadrimestre confermano il trend positivo.

Si amplia e consolida poi il car sharing in diverse città italiane con 650mila iscritti, 11 milioni di noleggi e quasi 4.500 mezzi in flotta ad aprile 2016. Milano (323mila utenti e quasi 1.900 veicoli) resta la città in cui il servizio è più presente ed utilizzato, seguita da Roma (226mila utenti e 1.200 veicoli) e Torino (54mila utenti e 810 veicoli).

Lo sviluppo del settore del noleggio veicoli, accompagnato dalla consolidata crescita di nuove forme di mobilità condivisa – ha dichiarato Fabrizio Ruggiero, Presidente di Aniasa, - conferma la centralità delle quattro ruote nel sistema di trasporti nazionale, accompagnata dal progressivo maggior interesse verso una cultura ‘pay per use’, svincolata dalla proprietà del bene auto, che ben si coniuga con le nuove tecnologie e, invece, si scontra con la burocrazia e l’assenza di una chiara e uniforme normativa nazionale.”

 

In primo piano
Service Day s’avvicina

14/10/2018 - Poco più d’un mese e s’alzerà il sipario sul quello che è il primo evento italiano dedicato alla filiera non solo degli autoriparatori, ma anche di tutti coloro che si occupano della cura e manutenzione dell'auto.

Leggi tutto
Revisioni, un bell’affare

12/10/2018 - Nel primo semestre del 2018 gli italiani per far revisionare le loro auto presso le officine autorizzate private hanno speso oltre 1,464 miliardi di euro, l’1,1 per cento in più dello stesso periodo 2017. A diffondere il dato è stato l’Osservatorio Autopromotec.

Leggi tutto
Il ‘blocco’ dei diesel secondo Boiani

7/10/2018 – In un interessante articolo pubblicato qualche giorno dal quotidiano milanese Il Giornale, Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto, fa alcune considerazioni sul blocco degli Euro 3 diesel (in Emilia Romagna perfino degli Euro 4 privi di Fap) andato in vigore lo scorso 1° ottobre in buona parte del Norditalia.

Leggi tutto
Così non ci stiamo

3/10/2018 - Stop dal primo ottobre ai veicoli a benzina Euro 0 e ai diesel Euro 0, 1, 2, 3 in molti centri del Nord Italia e anche ai diesel Euro 4 in Emilia Romagna. Limitazioni che, fino al prossimo 30 marzo, interessano almeno 3,5 milioni di veicoli, tra autovetture (2,8 milioni) e furgoni (circa 700mila).

Leggi tutto