Menu

Meno decessi sulle strade italiane

29/12/2016 – Migliorano gli indicatori della sicurezza stradale in Italia nel primo semestre 2016. Secondo i dati preliminari diffusi da Aci-Istat gli incidenti con lesioni alle persone sono diminuiti dello 0,8 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: se ne sono contati complessivamente 83.549 che hanno causato 1.466 decessi (meno 4,7 per cento su gennaio-giugno 2015) e 118.349 feriti (meno 0,5 per cento). L’indice di mortalità si attesta a 1,75 contro l’1,88 del primo semestre 2015.

Numeri particolarmente positivi visto l’incremento della mobilità e delle percorrenze stradali registrati nella prima parte dell’anno.

In autostrada si registra il calo più consistente delle vittime: meno 15,0 per cento. Strade urbane ed extraurbane fanno, invece, segnare un meno 2,0 e un meno 5,0 per cento.

Quali le infrazioni commesse maggiormente al volante dagli italiani, spesso causa di incidente? Uso del cellulare ed eccesso di velocità. Le contravvenzioni elevate dalla Polizia Stradale sono cresciute rispettivamente del 25,0 e del 22,0 per cento.

Rimane ancora lontano l’obiettivo di un dimezzamento delle vittime della strada nel decennio 2010-2020: si punta, infatti, a non superare i 985 decessi. Impossibile abbassare la guardia.

In primo piano
Sulle orme dei grandi

17/02/2018 – Una ‘singolar tenzone’ all’ultimo bullone. È questo ciò che attende i concorrenti dello Scania Top Team Mini, sfida locale che s’ispira alla nota competizione internazionale per meccanici del Grifone e che si terrà martedì 20 febbraio nella sede italiana della Casa svedese.

Leggi tutto
Costi per l’assistenza in crescita

14/02/2018 - Nel 2017 i prezzi pagati per l’assistenza degli autoveicoli in Italia sono aumentati mediamente dell’1,0 per cento rispetto al 2016. La notizia è stata diffusa dall’Osservatorio Autopromotec che ha analizzato le rilevazioni mensili dell’Istat sui prezzi al consumo.

Leggi tutto
Bentley cerca nuove leve

10/02/2018 – Al via anche quest’anno la campagna Bentley (gruppo Volkswagen) per l’assunzione di nuovi giovani talenti in tutto il mondo.

Leggi tutto
Obiettivo centrato con tre anni di anticipo

5/02/2017 - I veicoli elettrici non decollano in Italia ma in altre parti del mondo le cose sembrano andare decisamente meglio tanto che un costruttore come Toyota che ha puntato sulle zero emission, ha raggiunto il suo target 2020 con ben tre anni di anticipo.

Leggi tutto