Menu

Le flotte non amano l’elettrico

5/11/2016 – Nel settore delle flotte aziendali è sempre la trazione diesel quella più gettonata. E le alternative, soprattutto quelle elettriche, sono ancora oggi una nicchia insignificante (e non solo nel comparto di cui sopra), nonostante buona parte dei veicoli fleet percorrano meno di 100 chilometri al giorno: vale a dire la soglia critica entro la quale un elettrico può essere conveniente sotto molti punti di vista.

È quanto emerge da una ricerca promossa da Top Thousand - Osservatorio sulla mobilità aziendale –, che ha preso in considerazione una flotta campione di sessanta grandi aziende appartenenti a diversi settori, con oltre cinquantaduemila veicoli aziendali. Stando ai dati, con soli 1.287 veicoli immatricolati nei primi nove mesi di quest’anno, l’elettrico in Italia resta un business di nicchia, in cui il noleggio a lungo termine – quello preferito dalla flotte – detiene sì una quota del 54 per cento, ma che significa appena 692 veicoli.

A cosa si deve questo ‘non amore’ dei flottisti nei confronti dei veicoli Zev? Quasi la metà degli intervistati punta il dito contro la scarsa autonomia dei veicoli elettrici, mentre esattamente un quarto di essi denuncia un’infrastruttura di ricarica insufficiente e non paragonabile alla rete dei distributori classici. Quasi a pari merito seguono poi i prezzi alti dei veicoli elettrici e i tempo biblici per la ricarica delle batterie.

Ergo, nessun preconcetto nei confronti dell’elettrico. Ma solo la consapevolezza che la tecnologia – seppur valida – è al momento ancora molto, troppo acerba per un utilizzo professionale.

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto