Menu

Le elettriche, un rischio

28/10/2017 – Non usa mezzi termini il vicepresidente di AsConAuto, Giorgio Boiani, nel corso di un’intervista rilasciata qualche giorno fa al Corriere della Sera a margine del #ForumAutoMotive, dove sottolinea come le vetture elettriche potrebbero fare vittime eccellenti nel settore.

E numerose, intorno addirittura al mezzo milione di unità, causa un’impreparazione strutturale del sistema Italia, con la sua miriade di benzinai (circa 23 mila) e la polverizzazione degli autoriparatori (oltre 80 mila), in maggioranza a conduzione familiare, che faticherebbero economicamente a convertire la propria struttura tradizionale in una adatta alle elettriche. Portando così alla perdita di numerosi posti di lavoro.

Anche sul fronte dei punti di ricarica elettrica, il ‘Boiani-pensiero’ è alquanto critico: “Lungo la Penisola abbiamo solo 2.700 colonnine, insufficienti a rispondere alla domanda futura. Se sommiamo ciò agli attuali lunghi tempi di ricarica, non meno di 35 minuti, dobbiamo immaginarci distributori d’energia con centinaia di colonnine e annesse aree di sosta dove la gente dovrà aspettare per ore?”

Per questo, secondo il vicepresidente di AsConAuto, sarebbe forse meglio puntare sulle tecnologie già affermate (e subito attuabili) per cominciare a svecchiare un parco circolante che vede sulle strade qualcosa come cinque milioni di veicoli classificati ancora Euro 0.

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto