Menu

La voglio autonoma

18/07/2017- Se gli italiani sembrano ancora molto diffidenti nei confronti della guida autonoma, la stessa cosa non si può dire di brasiliani, cinesi, tedeschi, francesi, giapponesi e statunitensi. La maggior parte dei seimila guidatori di questi paesi coinvolti in una ricerca effettuata da Bosch ha dichiarato di essere disposta a cedere il volante all’auto stessa, soprattutto durante le manovre di parcheggio (65%) e gli ingorghi stradali (59%). Come trascorrerebbero quel tempo? Godendosi il paesaggio circostante (63%) e parlando con gli altri passeggeri (61%).

E sulle lunghe distanze? Meglio riprendere il comando? Pare proprio di no: l’auto a guida autonoma è considerata particolarmente utile anche quando bisogna macinare parecchi chilometri (67%) e negli spostamenti di piacere (61%).

La speranza principale degli intervistati è, infatti, che questa tecnologia possa garantire maggiore comfort, minore stress e più sicurezza.

La diffusione delle vetture a guida autonoma potrebbe portare a un’impennata delle vendite. Per gli uomini intervistati, in particolar modo, rappresenta un forte incentivo all’acquisto.

 

In primo piano
Sulle orme dei grandi

17/02/2018 – Una ‘singolar tenzone’ all’ultimo bullone. È questo ciò che attende i concorrenti dello Scania Top Team Mini, sfida locale che s’ispira alla nota competizione internazionale per meccanici del Grifone e che si terrà martedì 20 febbraio nella sede italiana della Casa svedese.

Leggi tutto
Costi per l’assistenza in crescita

14/02/2018 - Nel 2017 i prezzi pagati per l’assistenza degli autoveicoli in Italia sono aumentati mediamente dell’1,0 per cento rispetto al 2016. La notizia è stata diffusa dall’Osservatorio Autopromotec che ha analizzato le rilevazioni mensili dell’Istat sui prezzi al consumo.

Leggi tutto
Bentley cerca nuove leve

10/02/2018 – Al via anche quest’anno la campagna Bentley (gruppo Volkswagen) per l’assunzione di nuovi giovani talenti in tutto il mondo.

Leggi tutto
Obiettivo centrato con tre anni di anticipo

5/02/2017 - I veicoli elettrici non decollano in Italia ma in altre parti del mondo le cose sembrano andare decisamente meglio tanto che un costruttore come Toyota che ha puntato sulle zero emission, ha raggiunto il suo target 2020 con ben tre anni di anticipo.

Leggi tutto