Menu

L’automotive italiano cresce

12/11/2017 - Secondo i dati preliminari comunicati dall’Anfia (l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), nei primi nove mesi dell’anno in corso, la produzione italiana di autovetture registra una crescita del 5 per cento (oltre 560mila vetture), mentre il totale degli autoveicoli prodotti sfiora le 860mila unità, pari a una crescita del 3,5 per cento. Ben il 55 per cento delle auto prodotte va però all’estero, cifra che sale al 64 se si considera il totale dei veicoli.

Complessivamente, la produzione dell’industria automotive italiana, composta cioè da autoveicoli, carrozzerie per gli stessi, rimorchi più semirimorchi, fabbricazione di parti e accessori per autoveicoli, nonché i motori, dopo l’exploit di luglio (+7,8 per cento) e il calo agostano di un 4 per cento circa, torna a crescere di oltre cinque punti percentuali a settembre, portando il progressivo da inizio anno a quota più 2,9 per cento.

Quanto a fatturato, da inizio anno l’automotive tricolore registra una crescita dell’8,8 per cento sul 2016, grazie all’export in rialzo del 12,7 per cento.

In primo piano
Sulle orme dei grandi

17/02/2018 – Una ‘singolar tenzone’ all’ultimo bullone. È questo ciò che attende i concorrenti dello Scania Top Team Mini, sfida locale che s’ispira alla nota competizione internazionale per meccanici del Grifone e che si terrà martedì 20 febbraio nella sede italiana della Casa svedese.

Leggi tutto
Costi per l’assistenza in crescita

14/02/2018 - Nel 2017 i prezzi pagati per l’assistenza degli autoveicoli in Italia sono aumentati mediamente dell’1,0 per cento rispetto al 2016. La notizia è stata diffusa dall’Osservatorio Autopromotec che ha analizzato le rilevazioni mensili dell’Istat sui prezzi al consumo.

Leggi tutto
Bentley cerca nuove leve

10/02/2018 – Al via anche quest’anno la campagna Bentley (gruppo Volkswagen) per l’assunzione di nuovi giovani talenti in tutto il mondo.

Leggi tutto
Obiettivo centrato con tre anni di anticipo

5/02/2017 - I veicoli elettrici non decollano in Italia ma in altre parti del mondo le cose sembrano andare decisamente meglio tanto che un costruttore come Toyota che ha puntato sulle zero emission, ha raggiunto il suo target 2020 con ben tre anni di anticipo.

Leggi tutto