Menu

Italia a corto di infrastrutture

11/09/2016 - Una dotazione infrastrutturale piuttosto scarsa, quella italiana. Ogni 1.000 abitanti sono disponibili 140 metri di infrastrutture viarie per il trasporto di merci e persone (metropolitane, autostrade e linee ferroviarie suburbane e ad alta velocità). La Penisola si colloca al penultimo posto nella graduatoria dei cinque maggiori Paesi europei. Al primo c’è la Spagna con un indice sulla dotazione infrastrutturale di 0,43 km ogni 1.000 abitanti, seguita da Francia (0,22 chilometri), Germania (0,21) e, appunto, Italia. Peggio di noi solo la Gran Bretagna con 100 metri ogni 1.000 abitanti. A diffondere i dati l’Osservatorio sulla Mobilità sostenibile di Airp (Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici) che si è basato sui numeri diffusi da Legambiente ed Eurostat.

In Italia dunque c’è ancora molto da fare. E se si prendono in considerazione le sole linee metropolitane e le linee ferroviarie suburbane, il nostro Paese scivola all’ultimo posto.

Impossibile dunque pensare di rinunciare all’automobile che continua a essere la forma di mobilità preferita dagli abitanti dello Stivale.

 

In primo piano
Ford e Volkswagen insieme. Ma per i van

23/06/2018 – Non una joint venture, bensì un’alleanza e – almeno per ora – limitata al solo comparto dei veicoli commerciali leggeri.

Leggi tutto
Strade ancora troppo pericolose

20/06/2018 - Negli ultimi quattro anni non si registrano miglioramenti per la sicurezza stradale all’interno dell’Unione Europea e per la prima volta l’ETSC - Consiglio Europeo per la Sicurezza Stradale - non assegnerà ad alcun Paese il premio annuale per i progressi verso una mobilità responsabile.

Leggi tutto
Anfia-Convey contro la contraffazione

19/06/2018 – È partito qualche giorno fa il Progetto Pilota ‘Lotta alla contraffazione online su piattaforme di e-Commerce B2B E B2C’ che coinvolge Anfia e Convey, società leader nei servizi per la lotta alla contraffazione online.

Leggi tutto
Bmw richiama i diesel e non solo

17/06/2018 – Dovrebbero essere 11.700 le auto diesel interessate al recente richiamo indetto da Bmw.

Leggi tutto