Menu

Il nuovo sale

9/09/2017 – Agosto da record per il mercato italiano dell’automobile. Sono state infatti immatricolate 83.363 autovetture, con una crescita del 15,8 per cento sullo stesso periodo dello scorso anno. Anche nel mese meno lavorativo dell’anno, il mercato sale in linea con la timida ripresa dell’economia italiana che emerge dalle fonti statistiche ufficiali e dai dati sul Pil. Stando all’inchiesta congiunturale mensile condotta dal Centro Studi Promotor a fine agosto, vi sono segnali positivi che confermano come i concessionari - cauti nel secondo trimestre sulle prospettive a breve della domanda - vedano ora il mercato delle vetture nuove in accelerazione: La quota di operatori che prevedono a tre/quattro mesi domanda stabile sui buoni livelli attuali o in aumento è passata dal 52 per cento di giugno al 73 di luglio e all’81 di agosto.

Analizzando i dati sulle immatricolazioni per tipo d’acquirente, anche in agosto risulta una maggiore domanda da parte delle aziende piuttosto che di quella dei privati. Se si considera che nelle immatricolazioni alle imprese sono comprese pure le ‘chilometri zero’ poi vendute ai privati e che una certa quota di vetture noleggiate a lungo termine finisce nelle mani di privati, emerge con chiarezza che anche la domanda dei privati si mantiene sostenuta.

In primo piano
Service Day s’avvicina

14/10/2018 - Poco più d’un mese e s’alzerà il sipario sul quello che è il primo evento italiano dedicato alla filiera non solo degli autoriparatori, ma anche di tutti coloro che si occupano della cura e manutenzione dell'auto.

Leggi tutto
Revisioni, un bell’affare

12/10/2018 - Nel primo semestre del 2018 gli italiani per far revisionare le loro auto presso le officine autorizzate private hanno speso oltre 1,464 miliardi di euro, l’1,1 per cento in più dello stesso periodo 2017. A diffondere il dato è stato l’Osservatorio Autopromotec.

Leggi tutto
Il ‘blocco’ dei diesel secondo Boiani

7/10/2018 – In un interessante articolo pubblicato qualche giorno dal quotidiano milanese Il Giornale, Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto, fa alcune considerazioni sul blocco degli Euro 3 diesel (in Emilia Romagna perfino degli Euro 4 privi di Fap) andato in vigore lo scorso 1° ottobre in buona parte del Norditalia.

Leggi tutto
Così non ci stiamo

3/10/2018 - Stop dal primo ottobre ai veicoli a benzina Euro 0 e ai diesel Euro 0, 1, 2, 3 in molti centri del Nord Italia e anche ai diesel Euro 4 in Emilia Romagna. Limitazioni che, fino al prossimo 30 marzo, interessano almeno 3,5 milioni di veicoli, tra autovetture (2,8 milioni) e furgoni (circa 700mila).

Leggi tutto