Menu

Il car sharing s’allarga

4/12/2016 – La moda della condivisione non conosce più limiti e ormai interessa ogni tipo di oggetto. Tra i pionieri del genere senza dubbio le auto e avanguardista del settore il Gruppo Daimler, che già nel 2008 lanciò car2go, il servizio di car sharing basato solo sulle piccole vetture Smart fortwo.

Ora il ‘konzern’ tedesco prova a percorrere una nuova strada in questo settore – per la verità ci stanno lavorando anche altri - lanciando Croove, un servizio di car sharing peer-to-peer: ossia tra privati. Chi possiede un’automobile e non la sta usando, potrà decidere di condividerla con degli sconosciuti.

La piattaforma offre vantaggi a entrambe le parti coinvolte.

Da un lato, i noleggianti – patentati e almeno ventunenni - possono trovare velocemente una vettura in buone condizioni che soddisfi al meglio le loro esigenze di mobilità, senza dover dipendere da una stazione di noleggio fissa. Rispetto al noleggio classico, ci sarà un vantaggio in termini di costi, con la garanzia di poter effettivamente disporre del modello desiderato e non di uno di una determinata categoria.

Dall’altro, i proprietari saranno invece in grado di ottimizzare l’utilizzo della loro auto, ferma mediamente 23 ore al giorno, con un conseguente guadagno. Basterà creare on line - attraverso l’App dedicata o il sito www.letscroove.com - un profilo coi dati completi - accessori inclusi - della vettura (di qualsiasi marca, in buone condizioni oltre che mai più vecchia di 15 anni) e inserire il prezzo di offerta seguendo i consigli della piattaforma.

Croove è un servizio basato su smartphone e già da questo mese è possibile scaricare da iTunes Store l’App iOs dedicata, mentre quella per Android arriverà in un secondo tempo. Tramite l’App è possibile contattare potenziali proprietari e concordare l’appuntamento per il ritiro/riconsegna dell’auto, effettuabile anche sfruttando un servizio a pagamento con appositi incaricati. È allo studio anche la possibilità d’introdurre una soluzione keyless, grazie alla quale il noleggiante potrà ritirare la vettura con l’ausilio di un codice Pin.

Il contratto di noleggio digitale fornito da Croove comprende una check-list e il pagamento avviene solo tramite l’App. Dopo il noleggio, entrambe le parti possono dare una valutazione l’una dell’altra. E del servizio.

In primo piano
Io non ho paura

18/07/2018 - Gli italiani non sono spaventati all’idea di salire su una vettura a guida autonoma. Lo rivela la ricerca “2018 Global Automotive Consumer study” svolta da Deloitte nei primi mesi del 2018. Solo il 30 per cento degli intervistati avrebbe delle remore, percentuale che sale al 37 per cento per i francesi, al 45 per i consumatori tedeschi, al 49 per quelli britannici e al 54 per i belgi.

Leggi tutto
Vacanze Sicure 2018, dati allarmanti

14/07/2018 – Cattive notizie dall’ultima edizione di Vacanze Sicure, l’indagine annuale (oggi alla sua quindicesima edizione) effettuata dalla Polizia Stradale e promossa da Assogomma in tandem con Federpneus.

Leggi tutto
30,9 miliardi per la cura dell’auto

10/07/2018 - Nell’ultimo anno gli italiani hanno speso 30,9 miliardi per la manutenzione e la riparazione delle loro autovetture, il 4,8% in più rispetto al 2016. È quanto emerge da uno studio dell’Osservatorio Autopromotec

Leggi tutto
Fca dice addio alla Punto

8/07/2018 – L’11 agosto di quest’anno, dalla linea produzione Fca di Melfi in provincia di Potenza uscirà l’ultima Punto.

Leggi tutto