Menu

Il car sharing s’allarga

4/12/2016 – La moda della condivisione non conosce più limiti e ormai interessa ogni tipo di oggetto. Tra i pionieri del genere senza dubbio le auto e avanguardista del settore il Gruppo Daimler, che già nel 2008 lanciò car2go, il servizio di car sharing basato solo sulle piccole vetture Smart fortwo.

Ora il ‘konzern’ tedesco prova a percorrere una nuova strada in questo settore – per la verità ci stanno lavorando anche altri - lanciando Croove, un servizio di car sharing peer-to-peer: ossia tra privati. Chi possiede un’automobile e non la sta usando, potrà decidere di condividerla con degli sconosciuti.

La piattaforma offre vantaggi a entrambe le parti coinvolte.

Da un lato, i noleggianti – patentati e almeno ventunenni - possono trovare velocemente una vettura in buone condizioni che soddisfi al meglio le loro esigenze di mobilità, senza dover dipendere da una stazione di noleggio fissa. Rispetto al noleggio classico, ci sarà un vantaggio in termini di costi, con la garanzia di poter effettivamente disporre del modello desiderato e non di uno di una determinata categoria.

Dall’altro, i proprietari saranno invece in grado di ottimizzare l’utilizzo della loro auto, ferma mediamente 23 ore al giorno, con un conseguente guadagno. Basterà creare on line - attraverso l’App dedicata o il sito www.letscroove.com - un profilo coi dati completi - accessori inclusi - della vettura (di qualsiasi marca, in buone condizioni oltre che mai più vecchia di 15 anni) e inserire il prezzo di offerta seguendo i consigli della piattaforma.

Croove è un servizio basato su smartphone e già da questo mese è possibile scaricare da iTunes Store l’App iOs dedicata, mentre quella per Android arriverà in un secondo tempo. Tramite l’App è possibile contattare potenziali proprietari e concordare l’appuntamento per il ritiro/riconsegna dell’auto, effettuabile anche sfruttando un servizio a pagamento con appositi incaricati. È allo studio anche la possibilità d’introdurre una soluzione keyless, grazie alla quale il noleggiante potrà ritirare la vettura con l’ausilio di un codice Pin.

Il contratto di noleggio digitale fornito da Croove comprende una check-list e il pagamento avviene solo tramite l’App. Dopo il noleggio, entrambe le parti possono dare una valutazione l’una dell’altra. E del servizio.

In primo piano
Service Day s’avvicina

14/10/2018 - Poco più d’un mese e s’alzerà il sipario sul quello che è il primo evento italiano dedicato alla filiera non solo degli autoriparatori, ma anche di tutti coloro che si occupano della cura e manutenzione dell'auto.

Leggi tutto
Revisioni, un bell’affare

12/10/2018 - Nel primo semestre del 2018 gli italiani per far revisionare le loro auto presso le officine autorizzate private hanno speso oltre 1,464 miliardi di euro, l’1,1 per cento in più dello stesso periodo 2017. A diffondere il dato è stato l’Osservatorio Autopromotec.

Leggi tutto
Il ‘blocco’ dei diesel secondo Boiani

7/10/2018 – In un interessante articolo pubblicato qualche giorno dal quotidiano milanese Il Giornale, Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto, fa alcune considerazioni sul blocco degli Euro 3 diesel (in Emilia Romagna perfino degli Euro 4 privi di Fap) andato in vigore lo scorso 1° ottobre in buona parte del Norditalia.

Leggi tutto
Così non ci stiamo

3/10/2018 - Stop dal primo ottobre ai veicoli a benzina Euro 0 e ai diesel Euro 0, 1, 2, 3 in molti centri del Nord Italia e anche ai diesel Euro 4 in Emilia Romagna. Limitazioni che, fino al prossimo 30 marzo, interessano almeno 3,5 milioni di veicoli, tra autovetture (2,8 milioni) e furgoni (circa 700mila).

Leggi tutto