Menu

Filtro antiparticolato anche per i benzina

7/08/2016 – Filtri antiparticolato, ossia gasoline particulate filters (GPF), anche per i motori a benzina. A introdurli per primo sarà il Gruppo Volkswagen, quasi a volersi redimere dallo scandalo del ‘dieselgate’. L’annuncio è arrivato i giorni scorsi. Dal 2017, gradualmente, tutti i motori del Gruppo a iniezione diretta TSI e TFSI ne saranno dotati. Il primo sarà, a giugno, il 1.4 TSI. Le emissioni di particolato, fa sapere la Casa tedesca, così saranno ridotte fino al 90 per cento. Entro il 2022 potrebbero essere già 7 milioni i veicoli prodotti annualmente dal Gruppo Volkswagen equipaggiati con questa tecnologia.

“Dopo averne incrementato l’efficienza – ha commentato Ulrich Eichhorn, Responsabile Ricerca e Sviluppo del Gruppo - riduciamo in modo sostenibile i livelli di emissioni dei nostri motori benzina introducendo i filtri antiparticolato di serie”.

Non si fermano nemmeno gli investimenti per ridurre ulteriormente anche le emissioni inquinanti dei Diesel. “In futuro – ha continuato Eichhorn - tutti i modelli saranno equipaggiati con la più recente ed efficiente tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction)”.

 

In primo piano
Ford e Volkswagen insieme. Ma per i van

23/06/2018 – Non una joint venture, bensì un’alleanza e – almeno per ora – limitata al solo comparto dei veicoli commerciali leggeri.

Leggi tutto
Strade ancora troppo pericolose

20/06/2018 - Negli ultimi quattro anni non si registrano miglioramenti per la sicurezza stradale all’interno dell’Unione Europea e per la prima volta l’ETSC - Consiglio Europeo per la Sicurezza Stradale - non assegnerà ad alcun Paese il premio annuale per i progressi verso una mobilità responsabile.

Leggi tutto
Anfia-Convey contro la contraffazione

19/06/2018 – È partito qualche giorno fa il Progetto Pilota ‘Lotta alla contraffazione online su piattaforme di e-Commerce B2B E B2C’ che coinvolge Anfia e Convey, società leader nei servizi per la lotta alla contraffazione online.

Leggi tutto
Bmw richiama i diesel e non solo

17/06/2018 – Dovrebbero essere 11.700 le auto diesel interessate al recente richiamo indetto da Bmw.

Leggi tutto