Menu

Dopo il 4 il 6 cilindri

24/09/2017 – S’allarga la famiglia dei recenti turbodiesel automobilistici firmati da Mercedes-Benz. Dopo l’Om 654, quattro in linea da neanche due litri, scocca l’ora del sei cilindri, che non sarà più a V ma anch’esso in linea. Una decisione epocale per il marchio tedesco, che già aveva rinunciato a questa architettura qualche anno fai sui grossi propulsori camionistici.

Addio quindi al longevo Om 642 da 2.987 centimetri cubi e benvenuto all’Om 656 da 2.927, con un interasse cilindri di 90 millimetri contro i 106 del predecessore. L’alesaggio scende da 83 a 82 millimetri, mentre la corsa sale invece da 92 a 92,4 millimetri: invariato, da contro, il rapporto di compressione, sempre di 15,5:1. La potenza aumenta notevolmente, passando dai precedenti 190 kW (258 Cv) ad addirittura gli 230 (313 Cv), mentre l’incremento di coppia è intorno ai 30 Nm, a quota 650. Quanto alla costruzione, si punta su un blocco motore completamente in alluminio dentro cui viaggiano – in camicie sottoposte a trattamento Nanoslide - dei pistoni d’acciaio.

Il veicolo scelto per il battesimo della strada è la rinnovata ammiraglia Classe S, ma per l’Om 656 ci sarà un posto anche nella prossima edizione della gran coupé quattro porte Cls e perfino nei commerciali della nuova famiglia Sprinter in arrivo nel 2018.

Dotato di due valvole Egr (a bassa e ad alta pressione), il nuovo propulsore è già pronto per affrontare i futuri limiti antinquinamento che prevedono misurazioni eseguite direttamente durante la guida su strada (Real Driving Emissions).

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto