Menu

Daimler agisce sui diesel

22/07/2017 - Il consiglio di amministrazione della Daimler ha approvato un piano d’interventi sui propri motori diesel, al fine di migliorarne le emissioni, soprattutto sul fronte degli ossidi d’azoto (Nox).

Trattasi – tengono a specificare da Stoccarda - di azioni di servizio volontarie, non di richiami segnalati ai ministeri dei trasporti di competenza e dovrebbero interessare tre milioni di veicoli, tra vetture e furgoni.

I motori incriminati sono il quadriclindro 2,2 litri Om 651 (non nuovo ad azioni) e il sei cilindri a V da 3 litri Om 642, entrambi sia in salsa Euro 5 sia Euro 6. Escluso dal provvedimento il recente quadricilindro 2 litri scarsi Om 654, che si trova sotto il cofano della nuova Classe E (W213 e C 238), ma che dovrebbe pian piano scivolare nella sala macchine di altri modelli a marchio Mercedes-Benz.

L’intervento, che non graverà sulle tasche dei clienti, costerà all’azienda tedesca circa 220 milioni di euro e ai proprietari dei mezzi un’oretta del loro tempo, trattandosi d’un semplice aggiornamento software delle centraline governanti i propulsori in questione.

In primo piano
Al via con gli invernali

15/11/2017 - Il 15 novembre sono scattate le ordinanze di obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo.

Leggi tutto
L’automotive italiano cresce

12/11/2017 - Secondo i dati preliminari comunicati dall’Anfia (l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), nei primi nove mesi dell’anno in corso, la produzione italiana di autovetture registra una crescita del 5 per cento (oltre 560mila vetture), mentre il totale degli autoveicoli prodotti sfiora le 860mila unità, pari a una crescita del 3,5 per cento.

Leggi tutto
Obiettivo meno 30 per cento

8/11/2017 - Pubblicato dalla Commissione Europea il secondo pacchetto mobilità che include una proposta per gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 post-2021 per le autovetture e i veicoli commerciali. Una proposta che non convince pienamente Anfia.


Leggi tutto
Tutti contro Tesla

4/11/2017 – L’obiettivo è altisonante e prevede – da qui al 2020 - l’installazione sulle grandi vie di comunicazione europee di ben quattrocento colonnine per la ricarica veloce dei veicoli elettrici.

Leggi tutto