Menu

Chi aspetta… paga

21/03/2016 - Aspettare che l'auto presenti un guasto per varcare la porta dell'officina può costare molto caro. Lo rivela la Guida "Operation & Maintenance. Best Practises" del Federal Energy Management Program, il programma di sostenibilità e contenimento dei consumi di energia e di petrolio del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti. Di contro, la manutenzione preventiva dell'auto consentirebbe risparmi fino al 18 per cento dei costi di manutenzione. Non solo: favorirebbe l'allungamento del ciclo di vita della vettura e manterrebbe inalterato il livello di sicurezza.

A rendere noti i risultati della ricerca è stato l'Osservatorio Autopromotec, struttura di ricerca della più specializzata rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell'aftermarket automobilistico. La notizia è senza dubbio da diffondere tra i propri clienti automobilisti sempre più orientati invece verso interventi di tipo 'incidentale'.

L'Osservatorio Autopromotec ricorda anche che è fondamentale rivolgersi solo ed esclusivamente ai professionisti della riparazione, quelli iscritti agli appositi registri. I possessori di veicoli che si rivolgono ad autoriparatori non autorizzati rischiano sanzioni amministrative comprese tra i 50 ed i 250 euro.

In primo piano
Al via con gli invernali

15/11/2017 - Il 15 novembre sono scattate le ordinanze di obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo.

Leggi tutto
L’automotive italiano cresce

12/11/2017 - Secondo i dati preliminari comunicati dall’Anfia (l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), nei primi nove mesi dell’anno in corso, la produzione italiana di autovetture registra una crescita del 5 per cento (oltre 560mila vetture), mentre il totale degli autoveicoli prodotti sfiora le 860mila unità, pari a una crescita del 3,5 per cento.

Leggi tutto
Obiettivo meno 30 per cento

8/11/2017 - Pubblicato dalla Commissione Europea il secondo pacchetto mobilità che include una proposta per gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 post-2021 per le autovetture e i veicoli commerciali. Una proposta che non convince pienamente Anfia.


Leggi tutto
Tutti contro Tesla

4/11/2017 – L’obiettivo è altisonante e prevede – da qui al 2020 - l’installazione sulle grandi vie di comunicazione europee di ben quattrocento colonnine per la ricarica veloce dei veicoli elettrici.

Leggi tutto