Menu

Buche da paura

13/03/2017- Nel 2016 in Italia il consumo di asfalto (conglomerato bituminoso per gli addetti ai lavori) è sceso nuovamente ai minimi storici: sono stati impiegati solo poco più di 22 milioni di tonnellate per costruire e tenere in salute le nostre strade. I lavori stradali sono nuovamente ‘al palo’, con circa la metà delle necessarie attività di manutenzione non eseguite. Per riportare in sicurezza il nostro patrimonio stradale occorrerebbe un piano straordinario di almeno 40 miliardi di euro.

Sono questi i principali elementi che emergono dall’analisi presentata da SITEB - l’Associazione dei costruttori e manutentori delle strade ad Asphaltica, il Salone europeo dedicato alla filiera dell’asfalto e delle infrastrutture stradali.

La crescita del 2015 (oltre 23 milioni di tonnellate contro i 22,3 dell’anno precedente) non segnava dunque un’inversione di tendenza: il segno positivo era dovuto ad alcuni grandi lavori eccezionali connessi all’Expo di Milano e all’esecuzione di grandi opere autostradali nel Nord Italia (come Brebemi e Pedemontana). Rispetto a 10 anni fa si impiega la metà dei materiali per effettuare manutenzione su una rete lunga quasi 500.000 chilometri il cui valore complessivo è stimato in 5.000 miliardi di euro.

 “La situazione in Italia resta difficile - ha evidenziato il presidente di Siteb Michele Turrini - il patrimonio stradale è oggi molto degradato e notevoli sono i disagi per gli utenti della strada. Investiamo in manutenzione quanto 30 anni fa, ma su una rete molto più estesa e trafficata in condizioni già critiche da anni”. E i primi a pagare questa situazione sono ovviamente gli automobilisti alle prese con buche che sembrano sempre più vere e proprie voragini.

 

In primo piano
Vogliamo il Superammortamento

21/11/2017 – Consentire a chi acquista autovetture nuove come beni strumentali di usufruire del Superammortamento anche nel 2018. È questa, in estrema sintesi la richiesta di Anfia, Aniasa, Assilea, Federauto e Unrae in rappresentanza dell'intero settore automobilistico nazionale, e con il supporto delle Confederazioni di riferimento, Confindustria e Confcommercio.

Leggi tutto
Tesla s’allarga ai truck

19/11/2017 – Non solo auto per Tesla che, lo scorso 16 novembre, con una ventina di giorni di ritardo rispetto a quanto annunciato in prima battuta (dove essere svelato il 26 ottobre), ha mostrato al pubblico un truck elettrico.

Leggi tutto
Al via con gli invernali

15/11/2017 - Il 15 novembre sono scattate le ordinanze di obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo.

Leggi tutto
L’automotive italiano cresce

12/11/2017 - Secondo i dati preliminari comunicati dall’Anfia (l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), nei primi nove mesi dell’anno in corso, la produzione italiana di autovetture registra una crescita del 5 per cento (oltre 560mila vetture), mentre il totale degli autoveicoli prodotti sfiora le 860mila unità, pari a una crescita del 3,5 per cento.

Leggi tutto