Menu

Aftermarket, giù solo i materiali di consumo

13/09/2016 - Lieve flessione, intorno all’1,4 per cento, per il fatturato aftermarket nel 1° semestre 2016 rispetto allo stesso periodo 2015. A rivelarlo è il Barometro Aftermarket, basato sulle statistiche interne al Gruppo Componenti Anfia. Niente di cui preoccuparsi però: guardando l’andamento delle singole famiglie prodotto, quattro su cinque presentano, infatti, un trend positivo. Sono solo i materiali di consumo a chiudere il periodo gennaio-giugno 2016 con il segno negativo: meno 11,1 per cento. I componenti elettrici ed elettronici segnano una crescita a due cifre (più 17,9 per cento), i componenti undercar un più 5,1 per cento, i componenti di carrozzeria e abitacolo e motore un più 4,8.

“Il miglioramento del quadro economico italiano verificatosi a partire dal 2015 ha avuto seguito anche nel 2016, accompagnato da un clima di fiducia generale dei consumatori su livelli piuttosto alti, – ha commentato Paolo Vasone, Coordinatore della Sezione Aftermarket del Gruppo Componenti Anfia - questo ha dato ulteriore impulso, dopo un 2015 già positivo, al mercato dell’auto, cresciuto a ritmi significativi. Nel 2015 si è assistito anche ad un recupero degli interventi d’officina rinviati durante la crisi, con un mercato aftermarket in rialzo del 4,3 per cento. La lieve flessione rilevata dal settore nel primo semestre può essere frutto di una combinazione di fattori. Detto ciò, il comparto continua ad esprimere una forte vitalità, come dimostra la crescita riscontrata nella quasi totalità delle famiglie prodotto.”

 

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto