Menu

La Gestione

Gestione Consorzi come gestore e garante della trasparenza: 70 persone tra sede e territorio per far funzionare tutto l’ingranaggio.

Dal 1994 Gestione Consorzi (GC) favorisce la nascita e la crescita dei Consorzi, assicurandone la gestione operativa attraverso il know-how maturato con un’esperienza di oltre 20 anni.

Da sempre Gestione Consorzi è a fianco di AsConAuto e di tutti i suoi Consorzi Associati, con quasi 70 persone che garantiscono lo svolgimento di numerose attività: dal coordinamento delle risorse umane alla consulenza specifica al Consorzio e ai Concessionari, passando dall’analisi ed elaborazione di dati statistici. Il controllo di gestione, l’amministrazione, la contabilità e i servizi finanziari sono garantiti da una gestione di alta professionalità e trasparenza, così come l’elaborazione dei nuovi progetti e i relativi studi di fattibilità.

40 Addetti al back office
30 Persone operative sul territorio per il coordinamento locale e nazionale
In primo piano
Consumi di carburanti in calo

16/02/2020 – Sono 58 i miliardi di euro spesi in Italia nel 2019 da automobilisti e imprese per l’acquisto di carburanti per autotrazione.

Leggi tutto
Scattanti per il bonus

14/02/2014 - Trenta euro di bonus per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono ma solo per i più veloci. Lo Stato italiano, infatti, per questa operazione ha stanziato 15,1 milioni di euro per il 2019 e 5 milioni per il 2020, sufficienti a soddisfare 670 mila richieste,

Leggi tutto
Coronavirus colpisce anche l’auto

10/02/2020 – Senza sosta le cattive notizie in merito all’infezione da Coronavirus che sta affliggendo la Cina. Oltre che per gli esseri umani, questa epidemia si sta dimostrando dannosa anche per il mondo dell’industria, in particolare quella elettronica e automotive.

Leggi tutto
L’auto soffre

7/02/2020 – Inizio di anno in negativo per il mercato auto. Secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le immatricolazioni a Gennaio si sono fermate a quota 155.528 unità, il 5,9 per cento in meno rispetto allo stesso mese 2019 che già aveva dovuto fare i conti con una flessione di oltre il 7 per cento sull’anno prima.

Leggi tutto