Menu

Usato in contanti

8/06/2015 - L'usato? Si acquista soprattutto col cash. Nuovo e usato sembrano essere due mercati molto diversi per quanto riguarda l'utilizzo di finanziamenti. Un'auto nuova su 6 è comprata a rate, al contrario solo per un usato su dieci si fa ricorso al credito. Lo rivela un'indagine del gruppo LeasePlan dedicato agli operatori dell'usato. La diversità di tipologia di clientela non basta da sola a spiegare il differente approccio al credito.

"Prima di tutto il 58 per cento dei passaggi di proprietà - spiega Franco Oltolini, Operations Director di LeasePlan Italia S.p.A., in qualità di responsabile di CarNext - avviene tra privati, dove la presenza di un finanziamento è quasi pari a 0. Inoltre l'importo medio dell'auto usata è molto più basso di quello del nuovo, ed è in molti casi facilmente affrontabile dal cliente con la liquidità disponibile. Bisogna poi anche considerare che ci sono delle carenze dal punto di vista dell'offerta: non tutti gli operatori dell'usato spingono sul finanziamento."

La ricerca evidenzia anche altre curiosità. A richiedere finanziamenti sono soprattutto gli uomini (rappresentano il 70 per cento del totale). Le donne che accedono al credito sono mediamente più giovani, il 67 per cento ha meno di 50 anni contro il 60 per cento degli uomini, e ben 9 su 10 ha un reddito inferiore ai 25.000 euro contro il 76 per cento del campione maschile.

In primo piano
Service Day s’avvicina

14/10/2018 - Poco più d’un mese e s’alzerà il sipario sul quello che è il primo evento italiano dedicato alla filiera non solo degli autoriparatori, ma anche di tutti coloro che si occupano della cura e manutenzione dell'auto.

Leggi tutto
Revisioni, un bell’affare

12/10/2018 - Nel primo semestre del 2018 gli italiani per far revisionare le loro auto presso le officine autorizzate private hanno speso oltre 1,464 miliardi di euro, l’1,1 per cento in più dello stesso periodo 2017. A diffondere il dato è stato l’Osservatorio Autopromotec.

Leggi tutto
Il ‘blocco’ dei diesel secondo Boiani

7/10/2018 – In un interessante articolo pubblicato qualche giorno dal quotidiano milanese Il Giornale, Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto, fa alcune considerazioni sul blocco degli Euro 3 diesel (in Emilia Romagna perfino degli Euro 4 privi di Fap) andato in vigore lo scorso 1° ottobre in buona parte del Norditalia.

Leggi tutto
Così non ci stiamo

3/10/2018 - Stop dal primo ottobre ai veicoli a benzina Euro 0 e ai diesel Euro 0, 1, 2, 3 in molti centri del Nord Italia e anche ai diesel Euro 4 in Emilia Romagna. Limitazioni che, fino al prossimo 30 marzo, interessano almeno 3,5 milioni di veicoli, tra autovetture (2,8 milioni) e furgoni (circa 700mila).

Leggi tutto