Menu

Prospettive rosee per l’aftermarket

25/05/2015 - A Bologna è calato il sipario su Autopromotec 2015, la più specializzata rassegna espositiva internazionale dedicata alle attrezzature e all'aftermarket automobilistico. Una ricchissima vetrina per tutti gli operatori e un momento di confronto grazie ad Autopromotec Edu, una vera e propria arena di dibattito professionale.

Qui naturalmente si è parlato anche di mercato. L'aftermarket ha risentito della crisi, ma in misura più contenuta rispetto al nuovo anche perché sono state tantissime le famiglie che hanno rinviato la sostituzione dei veicoli determinando un aumento della necessità di prestazioni di manutenzione e riparazione.

Stando ai dati dell'Osservatorio Autopromotec per questo settore l'anno nero è stato il 2012. Già nel 2014 c'è stato un forte recupero, destinato a proseguire nell'anno in corso. Le prospettive sono dunque positive e spiegano, almeno in parte, il successo di questa kermesse con numeri da record, sia per quanto riguarda gli espositori sia i visitatori.

In primo piano
Revisioni pesanti, si apre ai privati

15/01/2019 - La Legge di Bilancio 2019, di recente approvazione, interviene positivamente sulla materia delle revisioni dei veicoli pesanti. Lo sostengono Anfia, Federauto e Unrae in un comunicato congiunto.

Leggi tutto
Sulla strada giusta

14/01/2019 - Migliora la situazione sulle strade italiane stando alle stime Aci-Istat basate sui dati preliminari relativi al periodo gennaio-giugno 2018. Gli incidenti con lesioni sono stati 82.942 (in media 460 al giorno, il 3 per cento in meno dello stesso periodo dell'anno precedente), hanno causato 1.480 morti

Leggi tutto
Bonus-malus al via dal 1° marzo

7/01/2019 - Dal 1° marzo 2019 il bonus-malus è realtà. Arrivano, infatti, gli incentivi per favorire l'acquisto di auto nuove a basso grado di emissioni di CO2 e una tassa per chi invece sceglie modelli più inquinanti.

Leggi tutto
Il mercato auto 2018 chiude negativo

6/01/2019 – Alla fine non ce l’ha fatta. Il mercato italiano dell’auto non è riuscito nel colpo di reni in extremis e deve purtroppo chiudere col segno meno.

Leggi tutto