Menu

Prospettive rosee per l’aftermarket

25/05/2015 - A Bologna è calato il sipario su Autopromotec 2015, la più specializzata rassegna espositiva internazionale dedicata alle attrezzature e all'aftermarket automobilistico. Una ricchissima vetrina per tutti gli operatori e un momento di confronto grazie ad Autopromotec Edu, una vera e propria arena di dibattito professionale.

Qui naturalmente si è parlato anche di mercato. L'aftermarket ha risentito della crisi, ma in misura più contenuta rispetto al nuovo anche perché sono state tantissime le famiglie che hanno rinviato la sostituzione dei veicoli determinando un aumento della necessità di prestazioni di manutenzione e riparazione.

Stando ai dati dell'Osservatorio Autopromotec per questo settore l'anno nero è stato il 2012. Già nel 2014 c'è stato un forte recupero, destinato a proseguire nell'anno in corso. Le prospettive sono dunque positive e spiegano, almeno in parte, il successo di questa kermesse con numeri da record, sia per quanto riguarda gli espositori sia i visitatori.

In primo piano
Service Day s’avvicina

14/10/2018 - Poco più d’un mese e s’alzerà il sipario sul quello che è il primo evento italiano dedicato alla filiera non solo degli autoriparatori, ma anche di tutti coloro che si occupano della cura e manutenzione dell'auto.

Leggi tutto
Revisioni, un bell’affare

12/10/2018 - Nel primo semestre del 2018 gli italiani per far revisionare le loro auto presso le officine autorizzate private hanno speso oltre 1,464 miliardi di euro, l’1,1 per cento in più dello stesso periodo 2017. A diffondere il dato è stato l’Osservatorio Autopromotec.

Leggi tutto
Il ‘blocco’ dei diesel secondo Boiani

7/10/2018 – In un interessante articolo pubblicato qualche giorno dal quotidiano milanese Il Giornale, Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto, fa alcune considerazioni sul blocco degli Euro 3 diesel (in Emilia Romagna perfino degli Euro 4 privi di Fap) andato in vigore lo scorso 1° ottobre in buona parte del Norditalia.

Leggi tutto
Così non ci stiamo

3/10/2018 - Stop dal primo ottobre ai veicoli a benzina Euro 0 e ai diesel Euro 0, 1, 2, 3 in molti centri del Nord Italia e anche ai diesel Euro 4 in Emilia Romagna. Limitazioni che, fino al prossimo 30 marzo, interessano almeno 3,5 milioni di veicoli, tra autovetture (2,8 milioni) e furgoni (circa 700mila).

Leggi tutto