Menu

Autopromotec a Bologna punto di incontro e di confronto per soci e affiliati AsConAuto

Intervento di Fabrizio Guidi, presidente AsConAuto -Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto, sul
tema "Organizzazione e progetto per competere" all'interno della Consulta Service Manager presso la Sala Blu
dell'Area Autopromotec EDU, dalle ore 14.00 mercoledì 20 maggio

Premio -promosso da AsConAuto-alla memoria di Cesare Soresina, membro eccellente della Comunità
Automotive italiana: cerimonia di premiazione all'interno della Consulta Service Manager presso la Sala Blu
dell'Area Autopromotec EDU, dalle ore 14.00 mercoledì 20 maggio

Sabato 23 maggio in Sala Notturno presso il Centro Servizi, Blocco D, piano 1°, dalle ore 14.00 alle ore 18.00
Workshop AsConAuto "Vuoi diversificare il tuo Business? Puoi farlo con l'usato!": presentazione dell'iniziativa
AutoAffariStore, nuovo canale di vendite per l'usato -aperto 24 ore su 24 ore-.

Bologna, 20-24 maggio 2015-Bologna diviene punto di incontro e di confronto per AsConAuto dal 20 al 24 maggio
2015 durante Autopromotec.

L'intervento di Fabrizio Guidi, presidente dell'Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto, sul tema
"Organizzazione e progetto per competere" all'interno della Consulta Service Manager presso la Sala Blu
dell'Area Autopromotec EDU, è in programma dalle ore 14.00 mercoledì 20 maggio.

"La necessità di lavorare alla creazione di nuovi servizi e di ricercare nuove partnership per permettere all'universo
AsConAuto di avere strumenti in grado di rafforzare la posizione dei soci nel mercato, evitando la chiusura di
altre realtà del comparto, è un nostro obiettivo permanente nel mercato attuale" -rileva il presidente Guidi -. "Per
potere garantire un futuro di lavoro anche in un mercato sempre più competitivo, si devono trovare risposte
innovative e adeguate attraverso il lavoro anche progettuale sviluppato dalla nostra Associazione, anticipando
le mutate esigenze della clientela grazie anche a una potenziata professionalità degli associati, attraverso progetti
formativi innovativi messi in cantiere quest'anno".

Il Premio -promosso da AsConAuto in linea con le iniziative di valorizzazione della cultura innovativa del comparto
-alla memoria di Cesare Soresina, membro eccellente della Comunità Automotive italiana vede la realizzazione della
cerimonia di premiazione, all'interno della Consulta Service Manager presso la Sala Blu dell'Area Autopromotec
EDU, dalle ore 14.00 di mercoledì 20 maggio.
Il Premio è consegnato al miglior "progetto innovativo nel settore automotive".

Il workshop AsConAuto "Vuoi diversificare il tuo Business? Puoi farlo con l'usato!" presenta una originale iniziativa
AutoAffariStore, che è stata recentemente promossa da AsConAuto presso i propri associati e i loro
clienti. L'apertura di un nuovo canale di vendite per l'usato -aperto 24 ore su 24 ore-consente di superare
una possibile diffidenza diffusa nei consumatori verso l'usato e viene incontro alle mutate esigenze di acquisto che
vedono la ricerca di informazione fatta via web al primo posto nel gradimento.


L'adesione alla norma UNI-DOC-01, che è stata messa a disposizione dall'Unione Nazionale Consumatori
garantisce la tutela del consumatore e dei suoi diritti sanciti dal Codice del Consumo.

Il monitoraggio di una Associazione come AsConAuto e la professionalità delle officine aderenti garantiscono il
processo di riqualificazione dell'auto prima della messa in vendita e permettono di azzerare i rischi per
chi voglia acquistare una vettura usata.

"AutoAffariStore intende cambiare le regole del gioco" -sottolinea Giorgio Boiani, Vice Presidente di AsConAuto "
grazie anche al codice etico e deontologico che viene sottoscritto dal venditore per rispettare i diritti del
consumatore. AutoAffariStore dà la possibilità anche alle realtà minori di affacciarsi al mercato come se fossero
grandi e ai privati di aumentare il valore del proprio usato, rivolgendosi ai professionisti della rete AsConAuto per
garantirla secondo la metodologia di vendita approvata dall'Unione Nazionale Consumatori".

Iniziative che testimoniano l'intensa attività di supporto sviluppata da AsConAuto a favore dei propri associati a
conforto di una costante crescita del progetto associativo.


Il mercato italiano dell'autoriparazione.

I concessionari sono diminuiti e così pure le officine autorizzate. In Italia il parco
circolante invecchia soprattutto per la diminuzione di immatricolazioni. Le vetture a benzina nel nostro
Paese hanno mediamente 12 anni e due mesi di vita, quelle a gasolio 7 anni e 7 mesi, quelle a
benzina/GPL o benzina/metano poco più di 5 anni. Un parco circolante che percorre 400 miliardi di
chilometri all'anno, come quello italiano, ha bisogno dell'intervento specializzato di meccanici e di
carrozzieri, ma gli italiani ormai portano in officina l'auto soltanto se si guasta e spesso non effettuano i
lavori di carrozzeria per risparmiare.

In previsione nel 2015 la domanda di assistenza sarà stabile anche perché il mercato
dell'autoriparazione è aciclico e tendenzialmente non presenta picchi di crescita.

Il mercato dei ricambi originali.

Secondo un censimento effettuato da AsConAuto, sono circa 50-60 gli operatori attivi in Italia
specializzati nella vendita del ricambio, ma i Concessionari aderenti ad AsConAuto rappresentano i
marchi ufficiali e nella loro funzione di unici interlocutori del ricambio ufficiale hanno avuto maggiore
facilità a inserirsi e occupare posizioni nel mercato rispetto a quanti vendono ricambi originali ma sono
terzisti.
Prima di una ventina di anni fa il ricambio come filone di business autonomo non era considerato
interessante per le concessionarie perché di norma nelle attività sviluppate il ricambio era soltanto
propedeutico all'attività della officina propria, perciò non c'era una focalizzazione per servire una rete
secondaria di ricambi originali. Soltanto negli ultimi anni si è sviluppata la ricerca di nuove opportunità
di ricavi e l' attenzione si è focalizzata sul mercato dei ricambi originali. Tanto più che il mercato del
ricambio ha dimensioni superiori rispetto a quello dell'automobile per cui un concessionario può avere
un risultato di esercizio che, grazie alla vendita di ricambi originali, può coprire tra il 30% e il
40% dei costi fissi.


L'osservazione dimostra come una pessima gestione di un magazzino ricambi possa far chiudere
un'azienda perché immobilizzare i pezzi di ricambio potrebbe creare problemi finanziari.
L'adesione alla rete di AsConAuto perciò è in grado di fornire concrete opportunità commerciali, sia per
il mantenimento sia per lo sviluppo del giro di affari collegato ai mercato dei ricambi originali.

Maggiore competitività, migliori ricavi.

Nell'originale modello distributivo e gestionale, creato e perfezionato negli anni da AsConAuto, i
Consorzi hanno stabilito un rapporto diretto e di fiducia con la rete di autofficine servite
commercialmente, fornendo servizi in grado di valorizzare le risorse esistenti presso ogni
concessionaria. La rete garantisce sul territorio, in modo capillare, la presenza del maggior numero
possibile di marchi automobilistici per fornire velocemente ricambi originali.

L'Associazione permette una maggiore competitività in un mercato caratterizzato da una progressiva
contrazione dei margini, anche in funzione delle regolamentazioni europee relative alla produzione e
commercializzazione di ricambi.

Oggi, un Consorzio aderente all'Associazione può avere una incidenza di costi di consegna e di
distribuzione generale pari al 10% sul fatturato, incidenza che per alcuni partecipanti scende sotto il
4%, in funzione di una migliore efficienza gestionale: più aumenta il fatturato, più aumentano i ricavi
meno incidono i costi.

Volume d'affari 2014 + 13,1%: 404 milioni di euro. Primato italiano ed europeo.

La rete AsConAuto è rappresentativa dell'intera filiera automotive nell'assistenza post-vendita e
beneficia di una crescita costante. In base ai dati di vendita del 2014 è diventata primo player italiano
per i volumi di ricambi originali distribuiti e il giro d'affari ha superato i 404 milioni di euro (+ 13,1% sul 2013) al netto di IVA.

Il modello di sviluppo associativo ha fatto conquistare ad AsConAuto, nel mondo dei ricambi, il
primato in Europa, come testimoniano i numeri.

20 Consorzi, 801 Concessionari Auto con 1249 sedi operative, 81 marchi rappresentati, oltre

15.800 auto riparatori (10.914 officine meccaniche e 4.941 carrozzerie), flotta di 238 furgoni (una
delle più grandi d'Italia), 89 promoter (venditore del ricambio che non è dedicato a un singolo marchio
ma a tutti i marchi), copertura di 59 Province e 16 Regioni. L'Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto nasce nel settembre 2001. Ha uno statuto no profit e il 
suo obiettivo è perseguire le strategie di comune interesse per i consorzi che si occupano della distribuzione dei ricambi originali. I consorzi operano nella realtà locale, con l'obiettivo di incrementare l'offerta di servizi e la vendita di ricambi originali a officine e carrozzerie.
Il principio fondamentale dei Consorzi è basato sul servizio al cliente.

In primo piano
Al via con gli invernali

15/11/2017 - Il 15 novembre sono scattate le ordinanze di obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo.

Leggi tutto
L’automotive italiano cresce

12/11/2017 - Secondo i dati preliminari comunicati dall’Anfia (l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), nei primi nove mesi dell’anno in corso, la produzione italiana di autovetture registra una crescita del 5 per cento (oltre 560mila vetture), mentre il totale degli autoveicoli prodotti sfiora le 860mila unità, pari a una crescita del 3,5 per cento.

Leggi tutto
Obiettivo meno 30 per cento

8/11/2017 - Pubblicato dalla Commissione Europea il secondo pacchetto mobilità che include una proposta per gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 post-2021 per le autovetture e i veicoli commerciali. Una proposta che non convince pienamente Anfia.


Leggi tutto
Tutti contro Tesla

4/11/2017 – L’obiettivo è altisonante e prevede – da qui al 2020 - l’installazione sulle grandi vie di comunicazione europee di ben quattrocento colonnine per la ricarica veloce dei veicoli elettrici.

Leggi tutto