Menu

AsConAuto – Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto: per l’Associazione nel 2014 giro d’affari in crescita del 13,1%

Le cifre dello sviluppo. Bilancio AsConAuto 2014 + 13,1%: 404 milioni di euro.
Lo sviluppo della rete AsConAuto-Associazione Nazionale Consorzi Concessionari Auto,
rappresentativa dell'intera filiera automotive nell'assistenza post-vendita, è costante e ha
permesso di oltrepassare le attese nel 2014 con un giro d'affari che ha superato i 404
milioni di euro (+ 13,1% sul 2013) al netto di IVA.
Il fare sistema tra aziende di concessionari di marchi diversi per diminuire i costi
logistici e commerciali nel mondo della vendita dei ricambi originali attraverso un
processo di valorizzazione delle risorse esistenti sul territorio e tramite un efficiente
servizio di distribuzione centralizzata a officine e carrozzerie ha permesso, in poco più di
dieci anni dalla nascita dell'Associazione, il raggiungimento di esiti di vero successo al modello di sviluppo AsConAuto.


Nel mondo dei ricambi AsConAuto è la più grande Associazione d'Europa e lo affermano i numeri.
20 Consorzi, 788 Concessionari Auto con 1164 sedi operative, 81 marchi
rappresentati, oltre 15.000 auto riparatori (10.319 officine meccaniche e 4.769
carrozzerie), flotta di 234 furgoni (una delle più grandi d'Italia), 85 promoter
(venditore del ricambio che non è dedicato a un singolo marchio ma a tutti i marchi),
copertura di 57 Province e 15 Regioni.


Il mercato italiano dell'autoriparazione.
I concessionari sono diminuiti e così pure le officine autorizzate.
In Italia il parco circolante invecchia soprattutto per la diminuzione di immatricolazioni. Le
vetture a benzina hanno mediamente 12 anni e due mesi di vita, quelle a gasolio 7 anni e
7 mesi, quelle a benzina/GPL o benzina/metano poco più di 5 anni. Un parco circolante che
percorre 400 miliardi di chilometri all'anno, come quello italiano, ha bisogno
dell'intervento specializzato di meccanici e di carrozzieri, ma gli italiani ormai portano in
officina l'auto soltanto se si guasta e spesso non effettuano i lavori di carrozzeria per
risparmiare.
In previsione nel 2015 la domanda di assistenza sarà stabile anche perché il mercato
dell'autoriparazione è aciclico e tendenzialmente non presenta grandi impennate.


AsConAuto e Alphabet firmano un accordo quadro.
Noleggio e società contribuiscono all'immatricolato complessivo nel nostro
Paese raggiungendo insieme poco meno del 40 per cento e questi segmenti, che di solito
registrano le percorrenze maggiori, non possono essere sottovalutati dal mercato
dell'autoriparazione.
Oltre 262.000 sono state le auto immatricolate dalle società di noleggio, a breve e
lungo termine, nell'ultimo anno.
Il mercato del noleggio in Italia è in continua crescita e guadagna quote di mercato: nel
2014 ha contribuito al risultato complessivo dell'immatricolato con un 19,3% (cioè +1,6%
rispetto ai valori raggiunti nell'anno precedente).
Ecco perché AsConAuto ha sottoscritto un accordo quadro innovativo e importante, con
Alphabet, che preannuncia un successo tale da garantire lavoro continuativo a
concessionarie, officine e carrozzerie.

Come afferma il presidente dell'Associazione, Fabrizio Guidi: "Un segmento, il mercato del
noleggio, sempre più strategico e sul quale si devono focalizzare gli operatori del nostro
settore: concessionari, meccanici e carrozzieri.
Si tratta di un nuovo canale di fatturato e di una fonte di lavoro sicura, permanente e in
crescita nel quale AsConAuto ha stipulato un accordo quadro innovativo con uno dei più
qualificati operatori del settore: Alphabet, che in Italia possiede una flotta di oltre 25.000
auto, affidate da quest'anno per le operazioni di manutenzione e assistenza ai 130
Alphabet Point, la maggior parte dei quali sono all'interno della rete AsConAuto. Rapidità,
affidabilità, logistica AsConAuto e una sola fattura per tutti i ricambi acquistati attraverso
la rete incassi dell'Associazione diventano così prezioso supporto per l'efficienza della flotta
Alphabet in Italia".

In primo piano
Bonus-Malus emissioni: è caos

9/12/2018 – Poche idee ma confuse. Questo è il sunto delle ultime decisioni governative nazionali in tema di tasse automobilistiche, già tra le più alte d’Europa.

Leggi tutto
Mercato auto ancora giù

6/12/2018 - Flette anche a novembre il mercato dell’auto in Italia. Le immatricolazioni si sono fermate a 146.991 unità facendo registrare un meno 6,3% su novembre 2017. Nei primi 11 mesi dell’anno si è arrivati a quota 1.785.722, meno 3,5% su gennaio-novembre di un anno fa.

Leggi tutto
Il Gruppo Psa fa cassa

2/12/2018 - Toyota e Psa hanno annunciato il prossimo passo della loro partnership nel mercato europeo, iniziata nel 2012 con la generazione precedente del furgone ProAce, prodotto in Francia alla Sevel Nord.

Leggi tutto
La fattura diventa elettronica

26/11/2018 – Partito il countdown per la fatturazione elettronica che diverrà obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2019 come da Legge di Bilancio 2018. Una misura attraverso la quale Agenzia delle Entrate e Governo puntano da una parte a ridurre l’evasione, dall’altra a semplificare la macchina fiscale con una riduzione degli adempimenti.

Leggi tutto