Menu

ASCONEXPO Immagina. Noi. Domani

"Immagina. Noi. Domani". Questo il titolo che AsConAuto ha scelto per i suoi stati generali, che si sono tenuti
venerdì 12 giugno nei padiglioni della fiera di Erba. Un'occasione per fare il punto sull'associazione a 14 anni
dalla sua nascita con il presidente Fabrizio Guidi e molti dei concessionari soci, giunti da tutta Italia. "Oggi - ha
detto il presidente - possiamo presentare AsConAuto 2.0. La nostra associazione, infatti, si è dotata di nuovi
'strumenti' per proiettarsi nel futuro e guadagnare rappresentatività presso le istituzioni." A Erba si è parlato molto
di Carta Valore, la web app che facilita il dialogo tra i concessionari, di AutoAffariStore, l'unico portale per la
compravendita dell'usato che ha ricevuto il sigillo dell'Unione Consumatori e dell'ingresso in Confimea, una
confederazione datoriale di piccole e medie imprese italiane. Che all'evento alle porte di Lecco era rappresentata
dal suo presidente Roberto Nardella, che si è soffermato sul contratto per il settore automotive al quale si stalavorando. "Lo presenteremo - ha sottolineato - già nei prossimi mesi. È un passo avanti molto importante perché
tiene conto di parametri fondamentali per i concessionari, come la valutazione del merito, la verifica dei risultati e
la specificità degli orari con aperure prolungate nei week end."
Sul palco anche Renzo Servadei, amministratore delegato di Autopromotec e Marco Marlia, Ceo di Drive K che
hanno voluto fornire qualche notizia in anteprima sull'edizione 2015 del Motor Show di Bologna. "Più digitale e
che vedrà tra i protagonisti proprio i concessionari."
E poi ancora Giorgio Santini, della Commissione Bilancio del Senato che si è fatto portavoce dell'attuale
posizione dell'esecutivo a proposito dell'auto. "Stiamo lavorando - ha spiegato - a una maggiore defiscalizzazione
dell'auto aziendale, sappiamo quanto conti il settore e siamo pronti a supportarlo."
Non poteva mancare neanche Umberto Seletto, Sales Manager di Esso Italia, storico partner di AsConAuto che ha
ribadito l'importanza di fare squadra.
Una serata quella di venerdì in cui c'è stato spazio per la solidarietà. Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto
e presidente del consorzio Doc di Lecco, ha invitato Vincenzo Soverino, vicepresidente di Aisla, per ricordare le
tante iniziative portate avanti negli anni a favore dei più deboli e ha annunciato la volontà di dare vita a
"AsConAuto in Campus", ossia al finanziamento di una scuola in una delle zone più povere del Madagascar per
dare un futuro ai più giovani.
I saluti finali sono stati affidati, naturalmente, a Fabrizio Guidi e Filiberto Vaiani, Presidente di Gestione Consorzi,
da sempre a fianco dell'associazione per l'organizzazione logistica e non solo dei consorzi per la distribuzione dei
ricambi originali. "Insieme - hanno dichiarato - stiamo lavorando oltre al nostro business tradizionale. Oggi è
tempo di evoluzione."

Volume d'affari 2014 + 13,1%: 404 milioni di euro. Primato in Italia e in Europa.

La rete AsConAuto è rappresentativa dell'intera filiera automotive nell'assistenza post-vendita e beneficia di una
crescita costante. In base ai dati di vendita del 2014 è diventata primo player italiano per i volumi di ricambi
originali distribuiti e il giro d'affari ha superato i 404 milioni di euro (+ 13,1% sul 2013) al netto di IVA.
Il modello di sviluppo associativo ha fatto conquistare ad AsConAuto, nel mondo dei ricambi, il primato in Europa,
come testimoniano i numeri.


20 Consorzi, 788 Concessionari Auto con 1164 sedi operative, 81 marchi rappresentati, oltre 15.000 auto
riparatori (10.319 officine meccaniche e 4.769 carrozzerie), flotta di 234 furgoni (una delle più grandi d'Italia), 85
promoter (venditore del ricambio che non è dedicato a un singolo marchio ma a tutti i marchi), copertura di 57
Province e 15 Regioni.

In primo piano
Fca scommette sulle old timer

24/02/2018 – Lanciato qualche settimana fa in occasione di Automotoretrò, kermesse torinese dedicata ai veicoli d’epoca, il programma ‘Reloaded by creators’ di Fca Group, che s’allinea quindi a quanto fanno già da tempo altri costruttori – soprattutto teutonici, Mercedes-Benz in testa -, ossia occuparsi in prima persona del recupero di vecchi esemplari targati Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Abarth.

Leggi tutto
In rialzo la spesa per le revisioni

22/02/2018 - Quello delle revisioni continua a essere un bel business per chi ha scelto l’assistenza auto come professione. Nell’ultimo anno gli italiani per sottoporre a check obbligatorio le loro vetture hanno speso 2,95 miliardi di euro, il 2,8 per cento in più rispetto al 2016.

Leggi tutto
Sulle orme dei grandi

17/02/2018 – Una ‘singolar tenzone’ all’ultimo bullone. È questo ciò che attende i concorrenti dello Scania Top Team Mini, sfida locale che s’ispira alla nota competizione internazionale per meccanici del Grifone e che si terrà martedì 20 febbraio nella sede italiana della Casa svedese.

Leggi tutto
Costi per l’assistenza in crescita

14/02/2018 - Nel 2017 i prezzi pagati per l’assistenza degli autoveicoli in Italia sono aumentati mediamente dell’1,0 per cento rispetto al 2016. La notizia è stata diffusa dall’Osservatorio Autopromotec che ha analizzato le rilevazioni mensili dell’Istat sui prezzi al consumo.

Leggi tutto