Menu

Comunicato N° 74 - Il 14 settembre a Riccione apre la Convention dedicata al Post-Vendita più importante del 2012

L'atteso Convegno di AsConAuto, il terzo dalla sua nascita, dedicato agli oltre 700 Concessionari facenti parte dell'Associazione più grande d'Europa nel settore dei ricambi auto originali, è di scena venerdì 14 settembre a Riccione.

Cosa è stato fatto, cosa c'è ancora da fare e come farlo sono i punti cardine di questo meeting, che vuole poter focalizzare l'attenzione non tanto sulla crisi esistente, ma su come fare per superare qualsiasi momento di difficoltà e/o di flessione del mercato.

In Italia sono 71.023 le aziende di autoriparazione: la rete è composta da 26.463 meccanici, 5.678 elettrauto, 17.452 carrozzieri, 6.498 gommisti, 3.612 concessionari automobilistici e 11.320 officine autorizzate (fonte Osservatorio Autopromotec), dati che confermano ancora una volta l'elevato grado di capillarità e di prossimità al servizio degli automobilisti della Penisola. Associarsi quindi e lavorare su obiettivi comuni non è per nulla banale!

Gli oltre 300 partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi e trarre utili spunti di riflessione grazie a contenuti che si preannunciano essere di grande attualità e attrattiva, tutti volti al principio del networking: il must che caratterizza AsConAuto sin dalla sua nascita. L'obiettivo è quello di affrontare insieme, facendo squadra, il protrarsi della contingenza economica, il crollo delle immatricolazioni e la rivoluzione della logica distributiva.

Estremamente ricco il parterre dei relatori - Marc Aguettaz di GiPA, Fausto Antinucci per Italia Bilanci, Maria Maranci di Exxon Mobil, Luca Montagner di Quintegia e Sebastiano Zanolli - che proporranno contributi d'eccezione, di sicuro impulso ed interesse.

Ha dichiarato Paolo Strabello, Presidente dell'Associazione: "AsConAuto è stata fondata nel 2001 in un contesto economico e un mercato molto differenti rispetto alla situazione attuale. La costante crescita di AsConAuto però ha dimostrato, specie in questi ultimi tre anni, che nonostante uno scenario negativo, la nostra organizzazione è stata in grado di ReAgire e di attuare soluzioni volte ad anticipare i tempi e diventare un esempio per gli altri operatori del settore."

Un evento dai contenuti all'avanguardia - da cui trarre utili indicazioni per continuare a crescere e conseguire importanti obiettivi imprenditoriali nel settore automotive - la cui parola d'ordine è dunque ReAgire.

Su www.asconauto.it è ancora possibile iscriversi per partecipare.

 

Responsabile Ufficio Stampa AsConAuto
Carolina Scrinzi
e-mail: carolina.scrinzi@asconauto.it

Responsabile Pubbliche Relazioni AsConAuto
Ines Boccato Winchell
e-mail: ines.boccato@asconauto.it

Coordinamento Ufficio Comunicazione
Thomas Tartaglino
e-mail: comunicazione@asconauto.it
Tel. +39 011 2730357 | Fax +39 011 2741758

In primo piano
Vogliamo il Superammortamento

21/11/2017 – Consentire a chi acquista autovetture nuove come beni strumentali di usufruire del Superammortamento anche nel 2018. È questa, in estrema sintesi la richiesta di Anfia, Aniasa, Assilea, Federauto e Unrae in rappresentanza dell'intero settore automobilistico nazionale, e con il supporto delle Confederazioni di riferimento, Confindustria e Confcommercio.

Leggi tutto
Tesla s’allarga ai truck

19/11/2017 – Non solo auto per Tesla che, lo scorso 16 novembre, con una ventina di giorni di ritardo rispetto a quanto annunciato in prima battuta (dove essere svelato il 26 ottobre), ha mostrato al pubblico un truck elettrico.

Leggi tutto
Al via con gli invernali

15/11/2017 - Il 15 novembre sono scattate le ordinanze di obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo.

Leggi tutto
L’automotive italiano cresce

12/11/2017 - Secondo i dati preliminari comunicati dall’Anfia (l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), nei primi nove mesi dell’anno in corso, la produzione italiana di autovetture registra una crescita del 5 per cento (oltre 560mila vetture), mentre il totale degli autoveicoli prodotti sfiora le 860mila unità, pari a una crescita del 3,5 per cento.

Leggi tutto