Menu

Comunicato N° 51 - Il consorzio ROE festeggia dieci anni di attività

02/04/2010
Salgono a tre i Consorzi parte di AsConAuto che hanno raggiunto l'importante traguardo dei 10 anni di attività. Dopo il consorzio DOC Ricambi Originali Brescia e Bergamo e il consorzio GRO, operativo nelle province di Cuneo e Asti, che hanno festeggiato dieci anni di vita nel 2009, è la volta di un altro dei Consorzi appartenenti ad AsConAuto (Associazione Consorzi Concessionari Auto): si tratta del ROE (Ricambi Originali Express) che svolge le sue attività nelle province di Venezia e Treviso.

La nascita del ROE risale al 1° gennaio del 2000, con 11 soci e 2 furgoni che allora servivano un centinaio di Autofficine. Oggi, a dieci anni di distanza, può vantare ben 36 Concessionarie associate, per un totale di 40 marchi distribuiti, 450 Clienti tra Officine e Carrozzerie, 9 furgoni e 3 promoter. Il ROE è nato tra Portogruaro (VE) e Oderzo (TV), pertanto con una distribuzione di ricambi a cavallo di due province. Il ritmo di crescita in questi anni è stato costante con l'inserimento, in media, di un nuovo furgone ogni anno. L'attuale realtà è quella di un'organizzazione forte, riconosciuta, ed importante sul territorio che ricopre. Gli ampliamenti di struttura, e di conseguenza anche della copertura di territorio sono avvenuti prima nella zona di Venezia-Mestre, completando la relativa provincia, e in tempi più recenti nell'area di Treviso, con alcune zone che saranno coperte in tempi molto brevi.

Il gruppo storico dei fondatori era guidato dal primo Presidente del Consorzio, Luigino Scanu, che inizialmente ha svolto l'importante funzione di "collante" tra gli Imprenditori delle già menzionate zone ed è riuscito portare a termine l'obiettivo di realizzare una collaborazione tra i primi 11 Soci pionieri. Dopo un paio di anni di intense attività, Scanu ha lasciato il testimone all'attuale Presidente, Massimo Milanese che sta guidando il Consorzio da 8 anni con risultati di spicco ed in continua crescita.

Ed è proprio Massimo Milanese a dichiarare: "A tutto il Team, soprattutto a quello con maggiore anzianità di servizio ed al nostro Capo Consorzio, Luca Berto che ha dimostrato capacità organizzative di grande rilievo, va un pensiero di ringraziamento per esser stato parte integrante del successo colto in questo decennio di attività.. Va detto, infatti, che gli elementi che hanno sempre contraddistinto l'operato del Consorzio ROE sono stile, precisione e serietà da parte di tutti i suoi componenti. Un ringraziamento finale da parte di tutti i Soci Concessionari ROE a tutta la rete di Riparatori a noi associati".




Per ulteriori informazioni:
Ines Boccato Winchell | e-mail:
ines.boccato@asconauto.it
Responsabile Pubbliche Relazioni AsConAuto

Patrizia Tontini | e-mail:
patrizia.tontini@asconauto.it
Responsabile Ufficio Stampa AsConAuto

In primo piano
Vogliamo il Superammortamento

21/11/2017 – Consentire a chi acquista autovetture nuove come beni strumentali di usufruire del Superammortamento anche nel 2018. È questa, in estrema sintesi la richiesta di Anfia, Aniasa, Assilea, Federauto e Unrae in rappresentanza dell'intero settore automobilistico nazionale, e con il supporto delle Confederazioni di riferimento, Confindustria e Confcommercio.

Leggi tutto
Tesla s’allarga ai truck

19/11/2017 – Non solo auto per Tesla che, lo scorso 16 novembre, con una ventina di giorni di ritardo rispetto a quanto annunciato in prima battuta (dove essere svelato il 26 ottobre), ha mostrato al pubblico un truck elettrico.

Leggi tutto
Al via con gli invernali

15/11/2017 - Il 15 novembre sono scattate le ordinanze di obbligo di circolazione con pneumatici invernali o catene a bordo.

Leggi tutto
L’automotive italiano cresce

12/11/2017 - Secondo i dati preliminari comunicati dall’Anfia (l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), nei primi nove mesi dell’anno in corso, la produzione italiana di autovetture registra una crescita del 5 per cento (oltre 560mila vetture), mentre il totale degli autoveicoli prodotti sfiora le 860mila unità, pari a una crescita del 3,5 per cento.

Leggi tutto