Menu

Comunicato N° 42 - AsConAuto raggiunge quota 15! Nascono Doc Padova e Doc Pistoia

05/06/2009
AsConAuto, la più grande associazione d'Europa nel settore dei ricambi automobilistici, annuncia ufficialmente l'aggregazione alla sua struttura di due ulteriori Consorzi: Doc Padova e Doc Pistoia, operativi dallo scorso 1° aprile.

Due nuove realtà che vanno ad aggiungersi ai 13 Consorzi già membri di AsConAuto, incrementando così un organismo associativo che oggi raggiunge quota 636 Concessionarie con 998 sedi operative, connesse ai percorsi logistici quotidianamente utilizzati da oltre 180 furgoni ed al servizio di più di 9000 tra officine e carrozzerie. Entrambi i neo nati Consorzi si presentano con contesti molto positivi. Doc Padova vanta, infatti, 9 concessionarie affiliate che garantiscono la copertura di ben 13 marchi, mentre Doc Pistoia si compone di 11 concessionarie con 14 brand automobilistici, a dimostrazione di quanto le realtà consortili siano in continua espansione.

Sia il Presidente di Doc Padova, Ferdinando Stimamiglio, sia il Presidente di Doc Pistoia, Fabrizio Guidi, hanno dichiarato la loro soddisfazione nel diventare parte integrante di un network logistico così efficace nel settore dei ricambi originali.

"L'idea di entrare a far parte della realtà AsConAuto - spiega Ferdinando Stimamiglio, Presidente di Doc Padova - è nata quasi contemporaneamente alla creazione del Consorzio, avvenuta agli inizi di aprile. Credo, infatti, che il dialogo ed il confronto con realtà simili alla nostra possano essere un ulteriore elemento di crescita". "II nostro ingresso in AsConAuto - ha aggiunto il Presidente di Doc Pistoia, Fabrizio Guidi - valorizza ancor di più il rapporto concessionarie ed autoriparatori, un rapporto fondamentale per offrire ai clienti finali, ossia agli automobilisti, un servizio da dieci e lode che può fare la differenza".

L'ingresso di Doc Padova e Doc Pistoia rappresenta per AsConAuto un dato tangibile di come la realtà consortile rappresenti un approdo le cui funzionalità offrono un valore aggiunto a tutti coloro che la compongono. "La nascita di ben 3 Consorzi negli ultimi sei mesi - ha commentato Dario Soncina, Presidente di AsConAuto, facendo riferimento anche al Consorzio MI.RO - rileva quanto la formula sia vincente ed adeguata ai tempi. Quella che all'inizio sembrava un'idea lungimirante e complessa da mettere in pratica è diventata un'importante realtà."




Per ulteriori informazioni:
Ines Boccato Winchell | e-mail: ines.boccato@asconauto.it
Responsabile Pubbliche Relazioni AsConAuto

Patrizia Tontini | e-mail: patrizia.tontini@asconauto.it
Responsabile Ufficio Stampa AsConAuto

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto